30 settembre 2020
Aggiornato 11:00
il ricorso è fissato per il 24 marzo

Omicidio Varani, domani nuovo interrogatorio per Marco Prato. Ha cercato di suicidarsi

Nel frattempo sono cominciati gli accertamenti tecnici sul Pc di Prato che la Procura e i carabinieri hanno sequestrato nello studio del suo difensore

ROMA - Prima di Pasqua si terrà l'udienza al tribunale del riesame per Marco Prato, indagato con Manuel Foffo per l'omicidio di Luca Varani, avvenuto il 4 marzo nell'appartamento di via Igino Giordani, al Collatino. La discussione del ricorso presentato dal legale è stata fissata per giovedi 24 marzo.

Prato ha già cercato di togliersi la vita
Nei giorni scorsi, l'interrogatorio di Marco Prato  programmato era slittato perché il giovane si era sentito male. Nel frattempo sono cominciati gli accertamenti tecnici sul pc di Prato che la Procura e i carabinieri hanno sequestrato nello studio del suo difensore. Il difensore di Prato, l'avvocato Pasquale Bartolo - secondo quanto si è appreso - sta valutando se nominare o meno un consulente tecnico che accerti lo stato di salute psichica di Prato che, dopo aver ucciso Varani insieme a Foffo, ha tentato di togliersi la vita in una stanza d'albergo.

Domani il nuovo interrogatorio
Il nuovo interrogatorio di Marco Prato è stato fissato per domani. E' indagato insieme con Manuel Foffo per l'omicidio di Luca Varani. Secondo quanto si è appreso, gli inquirenti vogliono chiarire una serie di elementi emersi sinora dalle indagini e dagli accertamenti svolti dai carabinieri. Nei giorni scorsi il pm Francesco Scavo ha ascoltato Foffo e dal racconto del giovane è possibile ricostruire un quadro. Adesso però chi indaga vuole avere ulteriori conferme.