19 settembre 2021
Aggiornato 04:00
stamani il blitz in un edificio occupato

Pigneto, sette famiglie senza casa e gli attivisti bloccano via Prenestina

Sette famiglie stamani sono rimaste senza casa, e tra loro ci sono anche bambini e anziani. Questa mattina, infatti, le forze dell'ordine sono intervenute per sgomberare lo stabile che avevano occupato. Ma il quartiere si ribella

ROMA - Stamane il Pigneto si è svegliato con un tumulto. I blindati delle forze dell'ordine hanno marciato lungo via Erasmo da Gattamelata per sgomberare un edificio adiacente a via di Villa Lauricella, occupato da sette famiglie. In strada centinaia di manifestanti e attivisti per difenderle.

Sette famiglie senza casa
Sette famiglie stamani sono rimaste senza casa, e tra loro ci sono anche bambini e anziani. Questa mattina, infatti, le forze dell'ordine, con tanto di blindati e agenti in tenuta antisommossa, sono intervenute per sgomberare lo stabile che avevano occupato. Era un'ex clinica, un'edificio del tutto abbandonato e occupato per questo dall'organizzazione per il diritto all'abitare Action.

Via Prenestina occupata
In difesa delle famiglie, però, in via Erasmo da Gattamelata, sono intervenuti un centinaio di attivisti e alcuni abitanti del quartiere Pigneto. Il risultato è stato che la strada adiacente, via Prenestina, è rimasta occupata a lungo. Non sono mancati anche momenti di tensione con le forze dell'ordine e non è stato facile ripristinare la calma. Secondo gli attivisti «lo stabile rientrava all'interno della delibera regionale del 2013 che contiene diversi provvedimenti in tema di emergenza abitativa», ma «alle sette famiglie sgomberate non è stata proposta nessuna soluzione alternativa". 

Sel si schiera a favore dei manifestanti
Gianluca Peciola, esponente di Sel, si è schierato in difesa delle famiglie sgomberate e dei manifestanti: «Questa mattina c'è stato l'ennesimo sgombero violento in zona Prenestina. Ribadiamo che le emergenze sociali non possono essere trattate come questioni di ordine pubblico. Ci vuole una politica nel governo della città che affronti le situazioni esplosive romane sul fronte sociale e dell'emergenza abitativa. Renzi e Giachetti dicano che tipo di politiche intendano mettere in campo. E' necessario trovare immediatamente una soluzione per le famiglie sgomberate. Ai manifestanti e alle famiglie va la nostra piena solidarietà».