29 gennaio 2020
Aggiornato 08:00
Parla il capogruppo di Fi

Brunetta: Centrodestra unito vince

Il Pd non esiste più a Roma, esiste solo il Movimento 5 Stelle, per questo il centrodestra deve unirsi per vincere sulla Capitale. A dirlo è il capogruppo di Fi alla Camera, Renato Brunetta: ora «occorre avere pazienza, determinazione, parlare di programmi, parlare delle cose che interessano ai cittadini»

ROMA - «A Roma la partita è ancora lunga, la democrazia richiede pazienza e determinazione. I principi sono chiari: uniti si vince. Bisogna tenere il centrodestra unito». Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con i giornalisti in sala stampa a Montecitorio.

Pd non esiste più, solo M5s
«Il centrodestra unito a Roma - ha osservato - è vincente perché il Pd non esiste più, esiste solo il Movimento 5 Stelle. Voglio vedere chi dei romani voterà il Movimento 5 Stelle. Per questa ragione occorre avere pazienza, determinazione, parlare di programmi, parlare delle cose che interessano ai cittadini. Le battute, le simpatie, le antipatie, mettiamole da parte, pensiamo alle cose serie. Va bene un candidato che tenga unito tutto il centrodestra, perché il centrodestra unito a Roma vince», ha concluso Brunetta.

Savino: Transfughi non dettino legge
Intanto da Forza Italia è anche la deputata Italia, Elvira Savino a toccare il nodo Roma e lo fa in modo critico, redarguendo chi, nel mondo della politica, cerca di dare suggerimenti proprio a Forza Italia e al Partito democratico stesso sulle alleanze da stringere sulla Capitale. «Ci sono dei transfughi del centrodestra - afferma Savino -, che però non sono ancora approdati definitivamente alla sinistra, che vorrebbero dettare contemporaneamente sia a Forza Italia che al Pd le loro condizioni sulla scelta del candidato sindaco a Roma. Fermo restando che ognuno può dire quello che vuole, e che il Pd è libero di farsi dare ordini dai trasformisti, per quanto ci riguarda noi non abbiamo bisogno di consigli e il nostro obiettivo rimane quello di trovare una candidatura che unisca tutto il centrodestra»


(con fonte Askanews)