17 ottobre 2021
Aggiornato 18:30
L'assessore ai trasporti risponde al capogruppo Fi

Caos Roma-Viterbo, Esposito: Aurigemma chieda scusa per Parentopoli

L'assessore ai trasporti capitolino Stefano Esposito risponde alle polemiche sollevate dal capogruppo di Forza Italia in Regione Lazio Antonello Aurigemma in merito alla presunta inefficienza della linea ferroviaria Roma-Viterbo: «Aurigemma abbia ritegno e ricordi quando ha gestito l'assessorato Trasporti»

ROMA - «Aurigemma dovrebbe avere un minimo di ritegno e, anziché fare retorica spicciola, ricordare gli anni in cui ha gestito l'Assessorato ai Trasporti»: lo ha dichiarato Stefano Esposito, assessore alla Mobilità e ai Trasporti di Roma Capitale, rispondendo al capogruppo di Forza Italia alla regione Lazio Antonello Aurigemma, il quale aveva bollato come una «vergogna» il caos verificatosi ieri sulla linea dei pendolari Roma-Viterbo.

L'attacco al capogruppo di Fi
«Se infatti - ha replicato ad Aurigemma l'attuale assessore alla mobilità capitolina Esposito - invece di occuparsi di fare assumere amici e sodali in Atac, si fosse preoccupato del bilancio dell'Azienda e di reperire risorse per gli investimenti, forse oggi non saremmo in una situazione particolarmente complicata che tuttavia, nonostante i danni ereditati, stiamo cercando di affrontare applicando la legalità, termine perlopiù sconosciuto ad Aurigemma e a quell'Amministrazione che ha consentito il deflagrare dello scandalo di Parentopoli, con dirigenti amici super-pagati e super-garantiti e assunzioni di amministrativi anziché di autisti e macchinisti».

Basta con la falsa retorica
«Lo smemorato Aurigemma ci risparmi, dunque - ha concluso Esposito - la sua falsa retorica e cominci lui a chiedere scusa per i disastri prodotti negli anni della sua gestione».

(con fonte Askanews)