27 giugno 2017
Aggiornato 22:30
La frase del vicepresidente Andrea Antonini

«Continuiamo la lotta contro l'immigrazione incontrollata»

Dopo che i residenti in assemblea hanno deciso di sospendere le proteste a Casale San Nicola

ROMA -  "CasaPound sta dalla parte degli italiani che non si arrendono e sono disposti a lottare contro l'immigrazione incontrollata e l'ingiustizia sociale». Così in una nota il vicepresidente di Cpi Andrea Antonini commenta i risultati dell'assemblea pubblica che si è tenuta ieri sera a Casale San Nicola, durante la quale i residenti del comprensorio di Roma nord, anche se con una maggioranza risicata, hanno deciso di interrompere ogni forma di protesta contro l'arrivo dei cento immigrati destinati all'ex scuola Socrate. "Accettiamo la decisione dei residenti, ma gli esempi di quanto avvenuto in altre parti d'Italia e le stesse battaglie da noi vinte sul territorio, prima tra tutte quella contro il centro di accoglienza che doveva sorgere a Settecamini, insegnano che dove c'è determinazione si riesce a porre un freno all'arbitrio di prefetti e sindaci e all'arrivo indiscriminato dei clandestini, dove c'è rassegnazione, invece, si rimane ostaggio delle decisioni improvvide della politica buonista".