3 aprile 2020
Aggiornato 22:30
Partito l'iter per un referendum sull'autonomia

Dopo il Veneto anche la Lombardia rivuole i soldi

La commissione affari istituzionali del Consiglio regionale della Lombardia, presieduta da Stefano Carugo (Ncd), ha avviato nel pomeriggio l'iter per l'indizione di un referendum per rivendicare una maggiore autonomia finanziaria della Regione.

MILANO - La commissione affari istituzionali del Consiglio regionale della Lombardia, presieduta da Stefano Carugo (Ncd), ha avviato nel pomeriggio l'iter per l'indizione di un referendum per rivendicare una maggiore autonomia finanziaria della Regione. La commissione ha anche votato (Pd e Patto Civico non hanno partecipato al voto) l'istituzione di un gruppo di lavoro che dovrà meglio definire il quesito referendario. Il testo depositato, al momento, richiede un referendum consultivo su «Lombardia a Statuto speciale».

LA LOMBARDIA SI MERITA L'AUTONOMIA - Il relatore, Stefano Bruno Galli (Lista Maroni), ha chiesto in prima persona la costituzione del tavolo di lavoro, per sollecitare il maggior coinvolgimento possibile da parte di tutte le forze politiche. «Credo sia evidente a tutti, anche alla luce dei circa 50 miliardi di euro di residuo fiscale, che la Lombardia - ha detto Galli secondo una nota del Pirellone - si meriti una maggiore autonomia. Il referendum serve e dà maggior forza a questa istanza. Ricordiamoci che la Costituzione non è inscalfibile».

LEGA NORD: IL REFERENDUM È ANCHE A COSTO ZERO - «Lo scenario nazionale ci dice chiaramente - ha evidenziato il capogruppo della Lega Nord, Massimiliano Romeo - che il vero rischio è che vengano tolte le competenze e le risorse alle Regioni. Noi siamo disponibili a confrontarci sui rilievi che vengono fatti ai costi dell'operazione, va anche detto che abbinando il referendum alle prossime elezioni la spesa si avvicinerebbe allo zero. L'obiettivo che deve essere condiviso, comunque, è uno solo: la Lombardia merita maggiore autonomia».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal