28 febbraio 2020
Aggiornato 01:00
Centrodestra | Il tema delle alleanze

Toti: «No ai veti»

«Se cerchiamo di rimettere in piedi un'alleanza, alternativa alla sinistra e vincente, è evidente che non si può partire da veti». Lo dice il consigliere politico di Forza Italia, Giovanni Toti, a margine di un dibattito alla Summer school di Magna Charta. Quagliariello: «Differenze ci sono, ma dialoghiamo». Schifani: «Da Forza Italia spirito giusto».

FRASCATI - «Se cerchiamo di rimettere in piedi un'alleanza, alternativa alla sinistra e vincente, è evidente che non si può partire da veti». Lo dice il consigliere politico di Forza Italia, Giovanni Toti, a margine di un dibattito alla Summer school di Magna Charta.
«Certo, si può pensare a un discorso a tappe, nessuno dice - osserva - che deve accadere tutto e subito. Ma occorre avviare un percorso».
Toti spiega che al momento non c'è stato alcun contatto tra Berlusconi e Alfano anche se per ora il dialogo tra Forza Italia e Ncd, e più in generale con la costituente popolare, sta procedendo positivamente. «In questa fase - afferma - non c'è stato nessun contatto apicale con nessuno, quindi neanche tra Berlusconi e Alfano».

QUAGLIARIELLO: DIALOGHIAMO - «Le differenze» tra i partiti del centrodestra «ci sono, non possiamo fare finta» ma «dobbiamo decidere se sono compatibili con il rispetto, nessuno pensa che la ricostruzione si può fare in 5 minuti ma poiché abbiamo mille giorni utilizziamoli». Lo dice il coordinatore di Ncd, Gaetano Quagliariello, nel corso di un dibattito alla Summer school.

SCHIFANI: DA FI SPIRITO GIUSTO - «Le parole del capogruppo di Forza Italia al Senato Romani in merito alla legge elettorale dimostrano che questo è lo spirito con il quale deve nascere il futuro centrodestra, quello della solidarietà reciproca e del rispetto altrui. A sua volta però continuiamo ad assistere ai deliranti attacchi degli esponenti della Lega sia nei confronti del Nuovo Centrodestra e sia verso il nostro presidente Alfano. Un atteggiamento che si pone come un ostacolo enorme sulla strada della ricomposizione di un centrodestra vincente, e che conferma che avevamo ragione quando negli scorsi mesi chiedevamo a Fi di chiarire i suoi rapporti con la Lega. Un partito ormai chiaramente interessato a rappresentare una destra estrema e xenofobo e poco incline a sostenere progetti di aggregazione con altri alleati. Perciò anche se sono apprezzabili le dichiarazioni di Giovanni Toti nell'intento di portare alla ragione quel partito, ricordando le tante giunte a guida leghista che si reggono sui voti di Ncd, la verità è che i problemi sul futuro del centrodestra purtroppo sono ancora ben lontani dall'essere risolti e occorrerà tanta lungimiranza e buona volontà per raggiungere un progetto vincete e convincente». Lo ha dichiarato il senatore del Nuovo Centrodestra Renato Schifani.