13 novembre 2019
Aggiornato 02:30
Truffe

Caso Roche-Novartis: il Codacons chiede indennizzi per cittadini

Dopo la richiesta di 1,2 miliardi di euro avanzata ieri dal Ministero della Salute nei confronti delle case farmaceutiche, anche l'associazione si appresta a chiedere risarcimenti in favore degli utenti del Servizio Sanitario Nazionale per la nota vicenda del farmaco Avastin

ROMA - Dopo la richiesta di risarcimento di 1,2 miliardi di euro avanzata ieri dal ministero della Salute nei confronti di Roche e Novartis, anche il Codacons si appresta a chiedere indennizzi in favore degli utenti del Servizio Sanitario Nazionale per la nota vicenda del farmaco Avastin. «Ieri nel corso dell'udienza al Tar del Lazio - spiega il Presidente Carlo Rienzi - il Codacons è intervenuto nel giudizio per difendere la sanzione inflitta alle due aziende dall'Antitrust: in attesa della decisione definitiva prevista per novembre, stiamo predisponendo una maxi-richiesta di risarcimento danni nei confronti di Roche e Novartis, finalizzata ad ottenere un indennizzo per tutti gli utenti del Servizio Sanitario Nazionale. E' evidente infatti che, se sarà accertato il cartello posto in essere dalle due multinazionali e sanzionato dall'Autorità, si configura un danno diretto per i fruitori della sanità italiana, intesi sia come pazienti che come medici, sul fronte economico ma anche su quello etico. Il ministero della salute, inoltre, deve accertare le responsabilità dell'Aifa in questa vicenda ed eventualmente rivalersi anche su tale ente», conclude Rienzi.