30 marzo 2020
Aggiornato 13:00
Governo | Caso De Girolamo

De Girolamo: «Fiducia nella Magistratura»

Il Ministro dell'Agricoltura: «Sono serena, non ho fatto nulla di irregolare». Boccia: «Capisco chi chiede dimissioni, si difenderà». Bianconi: «Imbarazza silenzio su violazione privacy». Mastella: «Renzi tace perché Boccia sta con lui?»

BARI - «Sono serena, due volte serena: innanzi tutto perchè non ho fatto nulla di irregolare o di illecito e poi perchè c'è la magistratura che indaga. Io credo nella giustizia senza se e senza ma e mi sento tutelata da inquirenti che fanno il loro dovere piuttosto che da un rincorrersi di dichiarazioni e controdichiarazioni utili solo per animare maliziose e diffamatorie ricostruzioni giornalistiche». Lo ha affermato, in una dichiarazione la ministro Ncd delle Politiche agricole Nunzia De Girolamo, a margine della manifestazione nazionale del suo partito a Bari.
«Non so nulla di una mozione di sfiducia ma mi auguro che in questo Paese si stia dalla parte di chi combatte per la legalità e non da quella di chi è inquisito e indagato»

Boccia: Capisco chi chiede dimissioni, si difenderà - Francesco Boccia, presidente della commissione Bilancio alla Camera nonché deputato Pd e marito del ministro per le Politiche agricole Nunzia De Girolamo, afferma di capire coloro i quali, anche nel suo partito, chiedono le dimissioni del ministro De Girolamo sottolineando, però, come la moglie «si difenderà da sola» nel dibattito in Aula.
Rispondendo a una domanda dei giornalisti a Napoli, a margine del forum delle associazioni di ispirazione cattolica, Boccia ha dichiarato: «Loro hanno il loro diritto perché - ha affermato, riferendosi a quei politici che chiedono le dimissioni del ministro - questa è la politica e queste sono le regole della politica. Li comprendo e li capisco. È successo molte altre volte». Boccia ha poi aggiunto: «Ci sarà un dibattito e il ministro si difenderà da sola. È - ha concluso - in grado di farlo».

Bianconi: Imbarazza silenzio su violazione privacy - «Imbarazzante in questa assurda vicenda che coinvolge il ministro De Girolamo è il silenzio sulla violazione della privacy. E' in atto un barbaro attacco che parte da una palese e gravissima offesa alla riservatezza del proprio domicilio». Lo dichiara in una nota la vicepresidente vicaria del gruppo di Nuovo Centrodestra, Laura Bianconi.
«Secondo questo sistema basta registrare una privata conversazione per eliminare un avversario politico ed in questo caso un ministro che ha dimostrato di saper tutelare gli interessi di un importante comparto. Vorrei soltanto ricordare tra i successi del ministro l'abolizione dell'Imu sui fabbricati agricoli ed il decreto legge sulla terra dei fuochi. A Nunzia De Girolamo va perciò la solidarietà di quei tanti che prima in Forza Italia, poi nel Pdl ed oggi in Nuovo Centrodestra continuano a difendere strenuamente la privacy ed i diritti fondamentali della persona».

Mastella: Renzi tace perché Boccia sta con lui? - Clemente Mastella contro il ministro Nunzia de Girolamo. L'europarlamentare eletto con il Pdl chiama in causa, in una intervista a Repubblica, il segretario del Pd a proposito delle polemiche che hanno coinvolto l'esponente di Ncd.
«La signora ministro mi accusa di sciacallaggio? Io vado oltre, da politico di un'altra scuola mi rivolgo al segretario Renzi. Matteo, perché non parli di questa storia? Non mi dirai che il motivo è che Francesco Boccia, marito del ministro De Girolamo, si è schierato con te alle primarie?».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal