11 luglio 2020
Aggiornato 22:00
Chiesa Cattolica | Dimissioni Benedetto XVI

Papa: «Ricordatemi in preghiera»

Così il Papa che, nell'omelia per il mercoledì delle Ceneri, ha chiesto l'intercessione di San Pietro «per il cammino della Chiesa in questo particolare momento»

CITTÀ DEL VATICANO - La messa che presiede nella basilica di San Pietro, anziché all'Aventino, per l'avvio della Quaresima è «un'occasione propizia per ringraziare tutti, specialmente i fedeli della Diocesi di Roma, mentre mi accingo a concludere il ministero petrino, e per chiedere un particolare ricordo nella preghiera». Così il Papa che, nell'omelia per il mercoledì delle Ceneri, ha chiesto l'intercessione di San Pietro «per il cammino della Chiesa in questo particolare momento».

«Oggi, Mercoledì delle Ceneri - ha detto il Papa a inizio dell'omelia - iniziamo un nuovo cammino quaresimale, un cammino che si snoda per quaranta giorni e ci conduce alla gioia della Pasqua del Signore, alla vittoria della Vita sulla morte. Seguendo l'antichissima tradizione romana delle 'stationes quaresimali', ci siamo radunati per la Celebrazione dell'Eucaristia. Tale tradizione prevede che la prima 'statio' abbia luogo nella Basilica di Santa Sabina sul colle Aventino. Le circostanze - ha proseguito il Papa - hanno suggerito di radunarsi oggi nella Basilica Vaticana. Siamo numerosi intorno alla Tomba dell'Apostolo Pietro anche a chiedere la sua intercessione per il cammino della Chiesa in questo particolare momento, rinnovando la nostra fede nel Pastore Supremo, Cristo Signore. Per me è un'occasione propizia per ringraziare tutti, specialmente i fedeli della Diocesi di Roma, mentre mi accingo a concludere il ministero petrino, e per chiedere un particolare ricordo nella preghiera».