31 gennaio 2023
Aggiornato 17:30
Politica estera | Rapporti Italia-Vietnam

Napolitano: Oggi nuova tappa rapporti bilaterali tra Italia e Vietnam

Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, al termine dell'incontro al Quirinale con il segretario generale del Comitato Centrale del Partito Comunista del Vietnam, Nguyen Phu' Trong

ROMA - «L'incontro di oggi rappresenta una nuova tappa nello sviluppo delle relazioni tra Italia e Vietnam». Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, al termine dell'incontro al Quirinale con il segretario generale del Comitato Centrale del Partito Comunista del Vietnam, Nguyen Phu' Trong.

Il Capo dello Stato ha ricordato che «un sentimento di amicizia già lega i nostri due popoli» e che il segretario ha ribadito la riconoscenza «per il sostegno dato dall'Italia nella ricostruzione dopo la guerra, da Genova nel 1973 partì una nave con medicinali e generi di soccorso».

Il Vietnam è «un paese in via di trasformazione tra i più dinamici tra quelli asiatici - ha sottolineato Napolitano - e contribuisce allo spostamento del centro di gravità dello sviluppo mondiale verso il Pacifico, uno sviluppo che anche in questa fase di crisi ha mantenuto una crescita a ritmo sostenuto, un punto di riferimento per il superamento della crisi in Europa. I rapporti tra i nostri due paesi attraversano una fase particolarmente felice: quest'anno si celebra l'anno Italia-Vietnam nei due paesi, oggi ci sarà la firma dell'accordo di partenariato strategico e sono stati siglati numerosi accordi di settore, come quello dell'industria della Difesa, e puntiamo al rafforzamento della cooperazione anche nel settore del turismo».

Il segretario generale del Partito comunista vietnamita ha spiegato che il senso della sua visita era anche quello di manifestare la «nostra gratitudine per quanto fatto dall'Italia nel dopoguerra e per il ruolo che il vostro paese svolge in Europa e nel mondo» nell'ottica di avviare «un nuovo livello di cooperazione con la firma dell'accordo di partenariato strategico, punto di svolta significativo nelle relazioni bilaterali in occasione del 40esimo anniversario dei nostri rapporti».

Nell'incontro si è parlato anche della «necessità di rafforzare le visite istituzionali ad alto livello - ha detto Nguyen Phú Trong - e promuovere la cooperazione nei settori della politica, economia, istruzione, tecnologia, cultura, sicurezza e difesa» a anche attraverso strumenti per «facilitare la partnership tra le imprese» dal momento che al Vietnam interessa il know how italiano in settori come quello manifatturiero e delle infrastrutture, infine il segretario e il Presidente hanno «concordato sulla necessità di una maggiore cooperazione nell'Onu e tra Asean e Unione europea».