30 marzo 2020
Aggiornato 06:00
Enti locali | Autonomie

Parlamentari lucani Pdl: Opposizione parlamentare a dl autonomie

I Senatori Guido Viceconte e Cosimo Latronico e l'on. Vincenzo Taddei: «Centrosinistra Basilicata ambiguo e prono a ministro»

ROMA - «Come volevasi dimostrare, le posizioni ambigue, contraddittorie e, per alcuni versi, prone al volere del ministro Patroni Griffi, del centrosinistra lucano, con in testa la Regione Basilicata, hanno prodotto l'esito che la specificità della Basilicata non sia stata rispettata nel decreto di riordino delle province». Lo hanno dichiarato in una nota i parlamentari lucani del Pdl, i senatori Guido Viceconte e Cosimo Latronico e l'on. Vincenzo Taddei.

«Non si comprendono - hanno osservato - le ragioni per le quali alcune province sono state mantenute in deroga ai criteri prefissati (popolazione e territorio) e le nostre fondatissime ragioni di mantenere le due province in una regione di dieci kmq, siano state ignorate. I parlamentari lucani del Pdl coerenti con la posizione assunta dal principio, di difendere, fino in fondo le due province lucane, convinti che tale assetto istituzionale risponda sia al dettato costituzionale che alle esigenze funzionali dei lucani, svolgeranno ogni azione in sede parlamentare per emendare il decreto legge».

«Le modifiche apportate alla proposta iniziale dal ministro nell'ultimo decreto, confermano - hanno concluso gli esponenti Pdl - che una posizione chiara ed unitaria sul tema da parte della Regione Basilicata, avrebbe potuto già in questa fase raggiungere l'obiettivo del mantenimento delle due province. Risultato che hanno ottenuto altre regioni (Toscana, Veneto, Lombardia). Facciamo appello a tutte le forze della Regione affinché la nostra azione parlamentare trovi il più forte sostegno».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal