15 ottobre 2019
Aggiornato 23:00
L'attentato davanti alla scuola «Morvillo-Falcone»

Brindisi, condanna dalla Massoneria del Grand'Oriente: Attentato vile

Il Gran Maestro Raffi: Inaccettabile morire davanti a una scuola. ll sangue dei giovani grida verità

ROMA - «Ferma condanna per un attentato vile e senza onore» perchè «il sangue dei giovani grida verità» è stata espressa dalla Massoneria del Grande Oriente d'Italia, per bocca del Gran Maestro Gustavo Raffi.

CRIMINE ODIOSO - «Esprimiamo profondo dolore per la morte di Melissa e vicinanza forte - ha scritto in una dichiarazione - alle sue compagne che stanno lottando per la vita. E' inaccettabile morire davanti a scuola, vittima di una violenza senza fine. Nei periodi bui si vuole colpire la cultura e i giovani che sono la voce della legalità». esprime il cordoglio dell'Obbedienza di Palazzo Giustiniani per il tragico attentato avvenuto questa mattina all'istituto professionale di Brindisi 'Morvillo-Falcone', costato la vita alla sedicenne Melissa Bassi.
«Senza un briciolo di umanità - ha aggiunto- è stata colpita una scuola che porta avanti progetti di legalità e lotta alla mafia - sottolinea Raffi - noi siamo al fianco degli studenti e di tutti coloro che lottano ogni giorno sul territorio contro le organizzazioni criminali e la morte della speranza. Il Sud e la sue coscienze libere sono sono più forti dei mercanti di odio. Nessuno sforzo - conclude il Gran Maestro - deve essere risparmiato per individuare e punire i responsabili di questo crimine odioso».