16 ottobre 2019
Aggiornato 07:00
Caso Battisti

Maroni: «Per Battisti servirebbe il TSO»

Il Ministro dell'Interno: «Non escludo il suo ritorno in Italia». Il Ministro della Giustizia Nitto Palma: «Carceri sovraffollate, ma un posto per lui c'è»

ROMA - Il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, considera Cesare Battisti, già membro dei Proletari armati per il comunismo e condannato a due ergastoli, come «uno che avrebbe bisogno di un tso, cioè un trattamento sanitario obbligatorio». Lo ha detto a margine dell'inaugurazione della Fiera di Varese. «Spero che si riesca a riportarlo in Italia - ha aggiunto il ministro riferendosi all'infruttuosa richiesta di estradizione dal Brasile - non escludo che possa avvenire».

Palma: «Carceri sovraffollate, ma un posto per lui c'è» - «È vero che le carceri italiane sono piene, ma il posto per Cesare Battisti c'è». Lo ha assicurato il ministro della Giustizia, Francesco Nitto Palma, concludendo il suo intervento alla festa dei giovani del Pdl a Roma. Dal palco, inoltre, Palma ha sottolineato che l'eccedenza dei detenuti rispetto alla capienza massime delle carceri italiane è di 1.500 persone.