24 luglio 2021
Aggiornato 13:00
Manovra economica

Calderoli: «E' in atto un colpo di Stato, confronto bipartisan»

Il Ministro leghista: «Ma partiamo dal nostro modello: la Padania è come la Germania nell'UE»

ROMA - «Noi siamo pronti a discutere e a confrontarci con maggioranza e opposizione, per poter così respingere gli attacchi di chi, in questo agosto, sta elaborando un vero 'colpo di Stato'. E quando il gioco si fa duro i duri entrano in azione e cominciano a giocare». Lo afferma Roberto Calderoli in una nota.

«Ultimamente - continua - rispetto alla manovra, si sentono troppe dichiarazioni o proposte a ruota libera, talune prive di significato o addirittura contraddittorie, provenienti dall'area di maggioranza, dal Pdl e persino dalla Lega, ma la credibilità nei confronti del Paese la si acquisisce soltanto presentando una proposta unitaria, pertanto il modello che noi proporremo è quello che ben conosciamo e che è l'unico che funziona, ovvero il modello della Padania, una realtà che per numeri concorre, anche in questo momento di crisi, con la Germania stessa».

«La Lega c'è ed è pronta al confronto, infatti subito dopo la segreteria politica di lunedì incontreremo i vertici dell'Anci, Osvaldo Napoli e Mauro Guerra, per sottoporgli le nostre proposte di modifica rispetto al settore Comuni e successivamente, appena possibile, incontreremo anche Province e Regioni. Non siamo di fronte soltanto ad una crisi economica, ma ad un'emergenza democratica, visto che qualche sciacallo cerca di sfruttare la crisi economica per ribaltare le volontà espresse dal popolo».

«L'appello che rivolgo non è destinato soltanto agli alleati, ma anche all'opposizione, che diversamente rischia di fare la figura dell'utile idiota a vantaggio di chi gioca una partita 'sporca' sui titoli di Stato, su quelli della Borsa e, stando dietro ad una scrivania, senza metterci la faccia, gioca sui destini dei lavoratori, delle famiglie, delle imprese e del Paese intero...», conclude il ministro leghista.