9 dicembre 2019
Aggiornato 13:30
Festa di Mirabello

Maroni: Nessuna lite Pdl-Lega, con Alfano nuova stagione

Il Ministro dell'Interno: «Non è esaurita la spinta dell'alleanza»

MIRABELLO - Nessuna lite tra Pdl e Lega. Parola di Roberto Maroni che, da Mirabello, si dice «convinto che l'alleanza tra Lega e Pdl sia il fattore di innovazione più forte che la politica italiana e le istituzioni italiane hanno avuto negli ultimi anni e non credo affatto che si sia esaurita la spinta».

Non è vero, ha aggiunto Maroni, «che il governo è sotto l'egemonia della Lega, non è così: la nostra guida è il programma di governo del 2008. C'è un affiatamento perfetto o quasi, non sempre siamo tutti d'accordo tra ministri della Lega e del Pdl, si discute, d'altronde io sono milanista - scherza rivolgendosi al ministro Ignazio La Russa - e lui interista, ma troviamo sempre l'intesa, non è una coalizione litigiosa ma una coalizione che discute. Non esiste un pensiero unico ma un programma unico, c'è la discussione su quale obiettivo, non è la rissa ma una sana e positiva discussione su cose concrete».

Per Maroni non è terminata una fase: «Non credo, le fasi politiche hanno inizio e fine ma questa fase politica non è affatto finita, io faccio il tifo sinceramente per un Pdl in buona salute perchè per noi vuol dire raggiungere il federalismo in tempi rapidi. Io mi auguro che il Pdl sia in buona salute perchè vuol dire che deve andare a prendere i voti del Pd e non della Lega».
Il ministro dell'Interno ha aggiunto: «Io ho un rapporto speciale di amicizia e collaborazione con Alfano. I risultati si vedono: questo è il governo che ha fatto di più nella lotta alla mafia, non ha precedenti. Stimo Alfano, è uomo concreto e giovane, tifo per lui e sono sicuro che segnerà una nuova stagione di collaborazione utile tra Pdl e Lega».