26 maggio 2020
Aggiornato 05:00
Mafia

Ghedini: Berlusconi mai è stato contattato da Brusca

«L'Opposizione la smetta con le illazioni, non ci sono verifiche da fare»

ROMA - «Il Presidente Berlusconi non è mai stato contattato nè mai ha ricevuto richiesta alcuna riguardo alle situazioni indicate da Brusca». Lo ha messo nero bianco il parlamentare Pdl Niccolò Ghedini, legale di fiducia del Premier, commentando le dichiarazioni rese da Giovanni Brusca e invitando l'opposizione alla prudenza nel tentativo di chiamare nuovamente in causa presunti rapporti fra Berlusconi e ambienti mafiosi.

«DALL'OPPOSIZIONE SOLO ILLAZIONI» - «Le leggi antimafia, i provvedimenti sul 41 bis. e il quotidiano contrasto al fenomeno mafioso, con la cattura dei latitanti più pericolosi e il sequestro e la confisca di beni per svariati miliardi di euro - ha sottolineato Ghedini - sono la miglior risposta alle illazioni di alcuni esponenti dell'opposizione che farebbero bene a ricordarsi della recente vicenda di Massimo Ciancimino, beatificato da certa stampa e oggetto di entusiastici commenti di vari esponenti del centrosinistra, la cui caratura si è finalmente appalesata, con la recente ordinanza di custodia cautelare, in tutta la sua evidenza».
E «comunque - ha concluso l'avvocato del Premier - lo stesso Brusca ha categoricamente escluso qualsiasi coinvolgimento del Presidente Berlusconi e perciò non è dato comprendere quali verifiche dovrebbero essere fatte».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal