7 dicembre 2019
Aggiornato 18:00
Maltempo

Sicilia, allagamenti e strade chiuse tra Milazzo-Messina

Protezione civile al lavoro: «Per ora tutto sotto controllo. Al momento non ci sono paesi o frazioni isolate»

PALERMO - Scantinati e intere abitazioni allagate e evacuate, strade comunali e provinciali inagibili e chiuse, qualche torrente esondato. In Sicilia l'ondata di maltempo che da giorni staziona sull'Italia e che da ieri è arrivata anche al sud ha colpito soprattutto la zona tra Milazzo e Messina, in generale la fascia costiera tirrenica nord-orientale dell'isola.
Per ora, precisa il capo dipartimento della Protezione civile regionale, Pietro Lo Monaco, «la situazione è sotto controllo e certamente è meno grave rispetto a quanto avvenuto la scorsa settimana». I tecnici della Protezione civile e i Vigili del fuoco stanno facendo accertamenti nei paesi dell'entroterra di Milazzo per verificare la stabilità degli edifici colpiti dalle forti piogge delle ultime ore, «ma per ora parliamo solo di piccoli problemi», dice Lo Monaco.

Al momento non ci sono paesi o frazioni isolate, ma ad essere colpite sono solo singole abitazioni o piccole borgate: «la situazione - dice ancora Lo Monaco - è però in continua evoluzione e vedremo come intervenire con i prossimi temporali».
Tutto tranquillo, invece, nella zona dei monti Nebrodi, teatro dell'emergenza di qualche giorno fa, e soprattutto sulla fascia Jonica a sud di Messina dove nell'autunno 2009 si verificò l'alluvione di Giampilieri con decine di morti.