20 giugno 2024
Aggiornato 10:30
Roma

Soldi per permessi di soggiorno contraffatti: 18 arresti

L'organizzazione di italiani-stranieri gestita dal responsabile di un CAF. Decine le perquisizioni tuttora in corso

ROMA - Sfruttando la procedura di emersione dal lavoro irregolare, la cosiddetta 'sanatoria per le badanti' del settembre 2009, riuscivano a fare ottenere permessi di soggiorno a cittadini extracomunitari che non ne avevano titolo. L'associazione criminale è stata scoperta dai carabinieri di Roma, che questa mattina tra capitale e provincia hanno eseguito 22 provvedimenti cautelari (13 ordinanze di custodia cautelare in carcere, 5 arresti domiciliari e 4 obblighi di presentazione in caserma), nei confronti di italiani e stranieri. I provvedimenti si aggiungono ad altri 3 arresti già eseguiti nel corso delle indagini.
In manette anche un medico, la titolare di un'agenzia di servizi e disbrigo pratiche, un consulente del lavoro. L'organizzatrice e promotrice della banda era la responsabile di un CAF (centro assistenza fiscale). Decine le perquisizioni tuttora in corso.