27 luglio 2021
Aggiornato 02:00
No B Day 2

Popolo Viola in piazza, 'Italia svegliati, vinceremo'

Di Pietro star,ma troppe bandiere Idv. Stop dagli organizzatori

ROMA, 2 ott  - "Italia svegliati". E' questo il grido che oggi pomeriggio si è alzato da piazza San Giovanni, a Roma. A lanciarlo il Popolo Viola, promotore e anima del No B Day 2, sequel della manifestazione dell'anno scorso. "Siamo tantissimi, sicuramente più di quelli venuti all'ultima manifestazione di Berlusconi" è stato quindi il commento degli organizzatori alla riuscita dell'appuntamento contro il premier, partito in sordina da piazza della Repubblica con un corteo non molto numeroso ma che strada facendo ha raccolto gente fino a confluire in una piazza San Giovanni già piena per il concerto preludio agli interventi 'politici'.

Il tutto, sotto forma di un unico appello, quello al 'risveglio' della società, un appello che la politica ha cercato di raccogliere il passo, anche se tra le fila del movimento erano pochi i volti noti in Parlamento. Primo ad arrivare il 'presidente dei Verdi Angelo Bonelli, che però è rimasto piuttosto ai margini dell'evento. Chi invece ha fatto la parte del leone è stato il leader dell'Idv Antonio Di Pietro. Complice, il suo braccio destro su Roma e il Lazio, Stefano Pedica (arrivato in piazza sotto uno striscione che invitava all'occupazione universitaria in risposta ai tagli al sistema).

Il senatore, infatti, nel corso del pomeriggio ha distribuito letteralmente decine di migliaia di bandiere del Gabbiano. Molte, forse troppe, tanto che a un certo punto, guardando la piazza dal palco, arrivavano a coprire quasi del tutto il viola dei militanti. Immediata, e anche piuttosto dura, una voce dal palco ha intimato ad abbassarle, onde evitare che si avesse l'impressione di trovarsi più a un comizio di Idv che a una manifestazione indetta da un movimento appoggiato da moltissime sigle e componenti della società civile.

(Segue)