2 dicembre 2020
Aggiornato 19:30
Politica

La Binetti ha scelto: vado con l'Udc, voglio rifare la Dc

Mercoledì l'annuncio insieme a Rocco Buttiglione

ROMA - Paola Binetti ha preso la sua decisione, dopo aver lasciato il Pd entrerà nell'Udc. Dopo mesi di annunci e smentite, di critiche e distinguo la teodem approdata nel Pd insieme a Francesco Rutelli, con il quale in un primo momento sembrava si sarebbe ritrovata nella neonata Alleanza per l'Italia, ha scelto invece di sedere tra i banchi del partito di Pier Ferdinando Casini già da martedì prossimo.

Al Corriere della sera Binetti ripropone tutte le sue critiche al Pd e al segretario Pier Luigi Bersani e soprattutto si rammarica per il trattamento ricevuto: «Mi sono sentita un bersaglio, mi è stato negato il diritto alla parola e alla rappresentanza dei valori cattolici» e quindi ribadisce il suo augurio che la Bonino perda la corsa nel Lazio perchè quella candidatura secondo lei è stata «un autogol» del Pd. Con Casini la teodem pensa di «rifare la Dc di De Gasperi, un partito-pensatoio del 15-20% che riesca finalmente a rappresentare le istanze e i valori in cui credo», insieme a Rutelli e pezzi cattolici del Pdl e del Pd come Marini, Fioroni, Franceschini, Castagnetti, Bachelet, Bobba. Mercoledì l'annuncio dell'ingresso nell'Udc insieme al presidente Rocco Buttiglione.