21 luglio 2019
Aggiornato 19:30
Caso Orlandri

La Procura Roma non ha intenzione di sentire Alì Agca

Un investigatore: «Non interessa ascoltarlo»

ROMA - Gli inquirenti della Procura di Roma, che indagano sulla scomparsa di Emanuela Orlandi, non hanno interesse a sentire Alì Agca. Le ultime dichiarazioni a Repubblica dell'ex terrorista turco, tornato ieri libero - si spiega a piazzale Clodio - non spostano nulla: «Sono le solite farneticazioni». I magistrati fanno rilevare inoltre che quando la Orlandi sparì, il 22 giugno dell'83, all'età di 15 anni, Agca era in carcere da quasi due anni. Fu infatti arrestato pochi minuti dopo l'attentato a Papa Giovanni Paolo II avvenuto in piazza San Pietro il 21 maggio del 1981. «Le sue affermazioni sono state parte di una complessa opera di disinformazione - si sottolinea - Inutile tornarci sopra». Chi conduce l'inchiesta, comunque, non precluderà alla famiglia della Orlandi un eventuale incontro con Agca, qualora fossero interessati.