15 novembre 2019
Aggiornato 20:00
Un applauso segna l'inizio del rito funebre

Duomo di Messina gremito per i funerali solenni delle vittime

Nei primi banchi il presidente del Consiglio Berlusconi, il presidente del Senato Schifani e il capo della Protezione civile Bertolaso

MESSINA - Piazza Duomo gremita, così come l'interno della Cattedrale di Messina, in occasione dei funerali di 21 delle 28 vittime del nubifragio che ha colpito il litorale sud il 1 ottobre, cui devono aggiungersi ancora altre vittime, i dispersi i cui corpi non sono ancora stati ritrovati.

Dei palloncini bianchi stanno idealmente a rappresentare i corpi di alcuni bambini, ancora dispersi. Uno striscione tricolore, 'Reggio piange i suoi fratelli', campeggia davanti al Duomo. Sul sagrato e all'interno un tripudio di fiori, bianchi e colorati, che punteggiano la folla composta che vuole dare l'ultimo saluto alle vittime.

Una applauso ha poi segnato l'inizio del rito funebre per 21 delle vittime dell'alluvione nella Cattedrale di Messina. Nei primi banchi il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, il presidente del Senato, Renato Schifani e il capo del dipartimento della Protezione civile Guido Bertolaso.

Presenti in chiesa anche il ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo, siciliana come Schifani, l'onorevole Antonio Martino che è di Messina, l'esponente del Pd Angela Finocchiaro, il governatore della Regione Raffaele Lombardo.