25 gennaio 2020
Aggiornato 08:00
Sviluppo sostenibile

«Ottocentomila euro per il risparmio energetico delle imprese turistiche»

«L'obiettivo - hanno spiegato gli assessori Zunino e Bozzano - è quello di agevolare un turismo sostenibile che garantisca il soddisfacimento dei bisogni economici e sociali del territorio»

Ottocentomila euro per agevolare la realizzazione di interventi di risparmio energetico da parte delle imprese turistiche. Sono stati stanziati dalla Giunta regionale su proposta degli assessori all'ambiente e al turismo, Franco Zunino e Margherita Bozzano, attraverso un bando rivolto, sia ad aziende pubbliche, sia private per favorire l'utilizzo delle fonti rinnovabili per l'autoproduzione di energia elettrica, termica ed energia termica ed elettrica combinata.

«L'obiettivo - hanno spiegato gli assessori Zunino e Bozzano - è quello di agevolare un turismo sostenibile che garantisca il soddisfacimento dei bisogni economici e sociali del territorio, senza intaccare l'integrità, la cultura, la biodiversità e il paesaggio che rappresentano gli aspetti qualificanti dell'offerta turistica».

Il bando relativo definito dagli uffici regionali degli assessorati all'ambiente e al turismo per recepire le esigenze delle imprese turistiche a cui si rivolge, si prefigge di porre l'attenzione sul risparmio energetico e sulle misure per la salvaguardia dell'ambiente, come strumenti, per le strutture turistiche, per erogare un servizio di qualità migliore in grado di andare incontro anche alle richieste del cliente più sensibile alle tematiche ambientali.

«La gestione delle risorse - precisa ancora Zunino - è affidata all'agenzia regionale per l'energia della Liguria, ARE, attraverso una specifica convenzione ed il relativo bando per la presentazione delle domande sarà a breve definito dalla Regione».

«Questa azione - ha concluso l'assessore Bozzano - rientra nella stretta collaborazione tra ambiente e turismo e nelle finalità del piano triennale della Regione improntato al turismo sostenibile di terra e di mare».