24 giugno 2024
Aggiornato 08:00
Strage di Erba

Ergastolo e 3 anni di isolamento per Rosa Bazzi e Olindo Romano

Accolte in pieno le richieste dell'accusa. Azouz Marzouk: «Ora i miei cari possono riposare in pace»

Ergastolo e tre anni complessivi di isolamento diurno per Rosa Bazzi e Olindo Romano. Questa la sentenza del processo per la strage di Erba pronunciata dopo sette ore di camera di Consiglio. I giudici hanno quindi accolto in pieno le richieste dell'accusa riconoscendo colpevoli i coniugi Romano dell'omicidio di Raffaella Castagna, di suo figlio Youssef Marzouk, di sua madre Paola Galli e della vicina di casa Valeria Cherubini, nonché del tentato omicidio di Mario Frigerio.

Gli imputati sono anche stati condannati al pagamento in solido delle spese processuali e a risarcire le parti civili: 300 mila euro a Mario Frigerio, l'unico scampato alla strage, 60mila euro, invece, ad Azouz Marzouk, e 10mila euro a testa per i suoi genitori; 10mila euro ciascuno ai figli di Frigerio, Elena e Andrea, oltre al risarcimento delle spese legali sostenute dalle parti civili. «Sono commosso. Finalmente i miei cari possono riposare in pace» ha commentato Azouz Marzouk, marito e padre di due delle vittime. Soddisfazione da parte dell'accusa, molto critica invece la difesa dei due imputati che parla di una sentenza già scritta. Il verdetto è stato accolto da un applauso dal pubblico presente in aula.