4 dicembre 2021
Aggiornato 03:00
Vicenda Salvatore Crisafulli

Ribadita l'immediata attivazione del Governo sulla vicenda Crisafulli

Il Sottosegretario Roccella invita la famiglia Crisafulli ad un incontro al Ministero in cui consegnerà lettera personale del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi

In merito alle dichiarazioni della famiglia Crisafulli sulla totale mancanza di sostegno da parte dello Stato per risolvere i problemi di assistenza del signor Salvatore Crisafulli il Sottosegretario Eugenia Roccella sottolinea come, sulla vicenda, il Governo si sia immediatamente attivato sollecitando le competenti istituzioni al fine di costruire un progetto personalizzato di assistenza per il signor Crisafulli.

Già dalla settimana scorsa il Sottosegretario si era infatti personalmente interessato contattando telefonicamente la famiglia Crisafulli alla quale ha chiesto tutte le informazioni necessarie per intervenire nel modo più opportuno, rapido ed efficace. Il Sottosegretario pur esprimendo solidarietà e comprensione per lo stato d’animo e l’esasperazione del Crisafulli ricorda inoltre che ieri Sindaco di Catania Stancanelli in accordo con lo stesso Sottosegretario e con il Governatore della Sicilia Lombardo si è recato in visita al dal signor Crisafulli.

Il Sottosegretario ha dichiarato che qualora la famiglia Crisafulli resti ferma nella sua intenzione di mettersi in viaggio facendo tappa a Roma la invita domani ad un incontro presso la sede del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali nel corso del quale gli consegnerà una lettera personale del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.