28 giugno 2017
Aggiornato 17:45
Internet | Il mondo di Google

Ora anche le profondità degli Oceani su Google street view

Il motore di ricerca ha messo a disposizione dei suoi utenti una raccolta di immagini «navigabili» sottomarine, che ci permettono di «immergerci» in 40 località marine fra le più suggestive del Pianeta comodamente seduti sul divano di casa. A portata di click le creature che popolano la Grande barriera corallina australiana, i relitti che riposano sui fondali delle Bahamas o i colori delle Samoa

MOUNTAIN VIEW - Sognate il mare e vorreste immergervi nelle profondità dell'Oceano per ammirare la barriera corallina e i suoi coloratissimi abitanti, ma siete ancora bloccati in città? Google street view ha pensato a voi e ha messo a disposizione dei suoi utenti una raccolta di immagini «navigabili» sottomarine, che ci permettono di «immergerci» in 40 località marine fra le più suggestive del Pianeta comodamente seduti sul divano di casa.

A portata di click le creature che popolano la Grande barriera corallina australiana, i relitti che riposano sui fondali delle Bahamas o i colori delle isole Samoa. Grazie a questa sezione speciale di Street view è possibile ammirare nei loro ambienti naturali squali, tartarughe mante, foche o leoni marini, ma anche dare uno sguardo da vicino a coralli, spugne o splendide grotte sottomarine.

Google ha lanciato l'iniziativa in occasione della giornata mondiale degli Oceani, lo scorso 8 giugno, spiegando che si tratta di uno degli ecosistemi più inesplorati e sconosciuti del pianeta, nonostante ne ricopra il 70 per cento. Il motore di ricerca ha ricordato il ruolo chiave dei mari, che ci forniscono dall'acqua piovana a buona parte dell'ossigeno che respiriamo. Ciò nonostante, «l'oceano sta cambiando a un ritmo rapido a causa del cambiamento climatico, l'inquinamento, e la pesca eccessiva, che lo rende uno dei più gravi problemi ambientali che dobbiamo affrontare oggi», ha scritto Google.