30 ottobre 2020
Aggiornato 05:30
robotics

Industria 4.0, un test per capire se l'impresa è digitale

Uno strumento gratuito di autodiagnosi pensato da chi si occupa di Management Consulting, un vero e proprio check-up per aiutare gli imprenditori ad analizzare il livello di maturità digitale della propria azienda

ROMA - La digitalizzzione dei processi produttivi industriali, con la connessione dei dispositivi, l’uso dei Big Data e la cooperazione tra i robot industriali è quella che si appresta ad essere una delle più grandi rivoluzioni che hanno caratterizzato e caratterizzeranno la storia del nostro Paese che, come sappiamo, ha un’elevata esperienza industriale. Il Piano Industria 4.0 elaborato dal Governo, ha messo sul piatto oltre 23 miliardi di euro per digitalizzare le imprese italiane, con strumenti che spaziano dalle agevolazioni fiscali allo sviluppo delle competenze. Ma questo grande processo di cui il Governo si fa tanto promotore sta funzionando davvero?

Il test per scoprire se la tua azienda è digitale
Per scoprirlo Assoconsult, l’associazione delle società di consulenza aderenti a Confindustria con l’avallo del Mise e la collaborazione del Politecnico di Milano, ha sviluppato un questionario gratuito per capire come le imprese italiane stanno affrontando la rivoluzione Industria 4.0. Si tratta di una piattaforma online che permette già da oggi di testare il proprio livello di digitalizzazione e pianificare al meglio l’applicazione del piano Industria 4.0 per la propria azienda. Uno strumento gratuito di autodiagnosi pensato da chi si occupa di Management Consulting, un vero e proprio check-up per aiutare gli imprenditori ad analizzare il livello di maturità digitale della propria azienda e trarre benefici dalle tecnologie legate all’Industry 4.0.

Crescono gli ordini di robot
Intanto buoni segnali si hanno dall’Ucimu, l’associazione di produttori di robot e macchine utensili, che ha registrato - nei primi tre mesi del 2017 - un incremento di ordini pari al 5,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Nello specifico gli ordini di macchine utensili e robot sono cresciuti a livello interno del 22,2%. Sul fronte estero, l’indice è risultato stazionario, segnando un incremento dello 0,3%. L’indice assoluto è risultato pari a 168,1. Dopo l’arretramento registrato nell’ultimo trimestre del 2016, effetto dell’attesa per l’entrata in vigore del Piano Nazionale Industria 4.0 annunciato dal ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, la domanda italiana di sistemi di produzione torna a muoversi e lo fa in modo deciso, a conferma della positività del mercato domestico che oggi può, oltretutto, beneficiare di importanti incentivi fiscali quali Superammortamento e Iperammortamento.