22 settembre 2020
Aggiornato 22:00
fintech

Come pagare a rate sugli e-commerce, la tech di Soisy

Grazie alla tecnologia di Soisy, facilmente integrabile negli e-coommerce, l'utente finale potrà pagare a rate la merce al momento dell'acquisto

MILANO - Quando parliamo di finanza alternativa, Fintech e di aziende o startup che stanno sconvolgendo il mercato bancario tradizionale, non possiamo non parlare di peer to peer lending o social lending. In poche parole, prestito tra privati. In modo innovativo, attraverso piattaforme tramite cui è possibile fare investimenti e richiedere prestiti. Come Soisy, startup lanciata da Pietro Cesati dopo una carriera da risk manager in BNL BNP Paribas.

Cosa fa Soisy
Soisy è, infatti, una piattaforma di prestito tra privati web e mobile per fare investimenti e richiedere prestiti, il tutto direttamente tra privati senza passare per le burocrazie delle banche tradizionali. «Conoscevo già il peer-to-peer grazie alla conoscenza del mercato inglese - ci racconta Pietro -. L’obiettivo era quello di mettere in piedi una struttura che permettesse di rifondare il rapporto di fiducia con i clienti e, soprattutto, rendere il meccanismo dei prestiti più trasparenti. Condizioni, queste, che oramai si sono praticamente rotte all’interno dei circuiti delle banche tradizionali».

Rate per gli acquisti e-commerce
Oggi, dopo aver rodato e, in piccola parte, conquistato il mercato italiano di peer to peer lending, Soisy ha reso disponibili i suoi prestiti tra privati tramite API RESTful per gli e-commerce che vogliano diventare partner.
Grazie a questa interfaccia i partner potranno integrare con facilità il processo di richiesta di un prestito sul loro sito tramite la tecnologia web più recente. L’integrazione permetterà all’utente finale di pagare a rate al momento dell’acquisto su un e-commerce, con un’esperienza fluida e 100% online, senza stampare nulla e senza mai abbandonare il sito del partner.

I primi in Italia
«Siamo i primi in Italia a offrire l’intero processo di prestito tramite API e andiamo fieri di questo primato tecnologico. Per noi non si tratta semplicemente di essere compliant con la nuova Payment Services Directive, vogliamo dare un vantaggio tangibile ai nostri partner e soprattutto ai loro clienti, che potranno pagare un acquisto a rate in pochi minuti e senza mai abbandonare l’e-commerce - ha detto ancora Pietro -. Il tutto mantenendo ferme le caratteristiche della nostra offerta di prestiti tra privati che permette ai richiedenti di pagare meno e agli investitori di ottenere un rendimento tra il 4 e il 7% lordo annuo».

La sicurezza
Le API per la richiesta di prestito sono state realizzate internamente dal team di sviluppo di Soisy con i più elevati standard di sicurezza (crittografia SSL, https, token unico, etc). «La nostra vision è quella di costruire una banca senza banca - conclude Pietro -. Dove sicurezza e trasparenza siano garantiti».