23 agosto 2019
Aggiornato 00:00
con un bot

Bloovery, il fiorista virtuale per il tuo San Valentino

Bloovery è un'app e un bot che interagiscono con l'utente, capendo il mazzo di fiori più adatto e consegnandolon direttamente al destinatario

MILANO - Cosa regalare alla dolce metà a San Valentino? Quante volte, negli ultimi giorni, vi siete posti questa domanda? Partiamo da un concetto: i regali al proprio partner non si fanno solo il 14 febbraio. E fin qui siam tutti d’accordo. Del resto, tra Natale, compleanni e anniversari, le occasioni sono davvero tante durante l’anno. Così come i doni da scegliere. Ma se proprio vi state arrovellando le meningi e non sapete che fare, perchè non puntare su una scelta tanto economica quanto semplice? Come un mazzo di fiori. Anche in questo caso, però, potrebbe non essere così facile come sembra. Non solo questione di tempi, ma anche del bouchet giusto (e qui - diciamolo - i maschietti sbagliano spesso).

Il fiorista 2.0
L’innovazione, ma soprattutto l’intelligenza artificiale negli ultimi anni ha fatto passi da gigante, adattandosi sempre più alle esigenze dell’utente e imparando a comunicare con lo stesso quasi come se, dall’altra parte dell’interfaccia ci fosse un uomo in carne ed ossa. Invece, nella maggior parte dei casi, si tratta di bot. Ed è proprio un bot che gestisce Bloovery, il fiorista 2.0, ideato da Simone Guzzetti, professione, appunto, fiorista. Dall’alto della sua esperienza come e-commerce manager in Vodafone e appassionato di fiori da sempre, ha sviluppato un’app - Bloovery appunto - che sfrutta le potenzialità offerte dai bot per semplificare il processo di acquisto, e permette di inviare fiori (scegliendo tra quattro bouquet disponibili) dallo smartphone in un minuto, in qualsiasi posto in cui ci si trovi.

Il chabot che consegna fiori
Il processo di acquisto è gestito da una chat, direttamente su Facebook Messanger (il procedimento si può fare anche sul sito web mobile o app): è sufficiente rispondere a qualche semplice domanda affinché il bot capisca il bouchet più adatto alle nostre esigenze e poi proceda al pagamento dei fiori tramite Paypal. Un fiorista virtuale aperto 24 ore su 24 che aiuta - principalmente gli uomini - a scegliere i fiori più adatti e recapitare alla partner il messaggio giusto. Il servizio parte a San Valentino nell’area della città metropolitana di Milano e si espanderà progressivamente in tutta Italia nel corso del 2017. Insieme all’espansione territoriale il team di Bloovery sta pensando di sviluppare anche altri servizi in accompagnamento ai fiori, come fotografie personali e brevi videomessaggi con funzionalità di augmented reality in stile Snapchat.

Il bot di Bloovery
Il bot di Bloovery ()

Rinnovare una tradizione
L’obiettivo di Simone Guazzetti e del suo socio Michele Dondi è quello di far rivivere in modo digitale e tecnologico una tradizione millenaria, quella dei fiori, cercando di coinvolgere anche quelle generazioni - come i Millenials - che un po’ hanno perso il valore della comunicazione: «Vogliamo mostrare loro - dicono i founders - come un gesto antico e tradizionale possa tornare di moda ed essere davvero cool».