20 luglio 2019
Aggiornato 08:00
social network

WhatsApp, 100 milioni di chiamate vocali al giorno e tante novità

Oltre 100 milioni chiamate vocali al giorno, ovvero 1100 chiamate al secondo. Un vero successo se si pensa a tutte le altre piattaforme che danno questa possibilità con l’ausilio della connessione a Internet

ROMA - In casa Facebook è tempo di numeri. Dopo l’annuncio dei 500 milioni di follower su Instagram ecco che il colosso di Mark Zuckerberg si concentra su WhatsApp e in particolare sulla funzione di chiamata.

100 milioni di chiamate vocali
Ed è così che l’applicazione di messaggistica online più famosa al mondo conta ben 100 milioni chiamate vocali al giorno, ovvero 1100 chiamate al secondo. Un vero successo se si pensa a tutte le altre piattaforme che danno questa possibilità con l’ausilio della connessione a Internet. I vantaggi delle chiamate WhatsApp rispetto alle tradizionali chiamate voce sono facilmente intuibili: utilizzano la connessione Internet dello smartphone e non i minuti voce compresi nel piano telefonico, risultando particolarmente utile per mettersi in contatto con parenti e amici residenti all'estero.

Le novità di WhatsApp
Forti dei risultati ottenuti WhatsApp si prepara a lanciare anche numerose novità. Una di queste è la possibilità di condividere file musicali, scegliendo sia tra quelli presenti nella memoria locale dello smartphone sia tramite Apple Music. In quest'ultimo caso però sia chi condivide il file che chi lo riceve devono essere sottoscrittori del servizio. Quando si condivide un file musicale apparirà un miniplayer completo di visualizzazione della copertina dell'album da cui proviene il brano. Altra novità è attesa per i gruppi pubblici: chiunque abbia un link a uno specifico gruppo potrà postare del contenuto, mentre l'amministratore del gruppo potrà chiuderlo se ce ne sarà bisogno. Inoltre sarà possibile applicare delle menzioni all’interno del gruppo medesimo quando il messaggio è direttamente rivolto a un utente. Infine, WhatsApp, dovrebbe prevedere l’introduzione di emoji più grandi. Queste le novità che emergono dalla versione beta e che potranno essere disponibili nel giro di poche settimane, massimo un mese.