22 ottobre 2019
Aggiornato 19:00
prima piattaforma nata da associazione categoria istituzionale

Equity crowdfunding, l'AscomFidi Nord Ovest lancia EquityStartup

Prima piattaforma di equity crowdfunding in Italia a nascere grazie all’iniziativa di un’associazione di categoria istituzionale, l’AscomFidi Nord Ovest, patrocinata da Ferascomfidi, la federazione dei confidi di matrice Confcommercio

TORINO - Una piattaforma di equity crowdfunding diversa dalle altre perché è la prima in Italia a nascere grazie all’iniziativa di un’associazione di categoria istituzionale, l’AscomFidi Nord Ovest, cooperativa di garanzia fidi costituita dall’Associazione del Commercio, del Turismo, dei Servizi e dei Trasporti della Provincia di Torino, patrocinata da Federascomfidi, la federazione dei confidi di matrice Confcommercio. Di fatto si tratta della prima piattaforma di equity crowdfunding a essere vigilata da due autorità, la Consob e la Banca d’Italia, istituzioni queste che ne certificano l’affidabilità e un alto livello di tutela.

Confcommercio in crowdfunding
Si chiama EquityStartup. Obiettivo? Progettare e realizzare nuovi servizi esclusivi da offrire alle imprese per consentire all’imprenditore di concentrarsi sul proprio business, delegando a EquityStartup e ai suoi partner l’implementazione delle attività non core. Da una parte ponte tra startup e investitori, dall’altra incubatore per ciò che attiene all’offerta dei servizi di consulenza. «Le nuove imprese incontrano ancora molte difficoltà nell’individuazione di canali di finanziamento adeguati - ha dichiarato Carlo Nebiolo, Presidente di AscomFidi Nord-Ovest -. C’è bisogno di nuove soluzioni ed è quello che abbiamo voluto fare con EquityStartup, incorporando in uno strumento digitale l’esperienza che abbiamo maturato in tanti anni sul territorio accanto alle piccole e medie imprese. Crediamo che la combinazione tra conoscenza del tessuto imprenditoriale ed efficienza dei canali digitali possa costituire un modello di successo».

Come funziona EquityStartup
Chi abbia intenzione di finanziare un progetto che ritiene profittevole potrà investire direttamente online sulla piattaforma, sia importi ridotti che cifre più consistenti. Nel caso in cui il massimale sia di 5 milioni di euro (come prevede la legge italiana) e l’offerente non raggiunga la somma totale richiesta, le somme raccolte saranno restituite agli investitori entro 15 giorni. Ciò che davvero differenzia questa piattaforma dalle altre non è solo il processo d’investimento completamente digitale, ma soprattutto la possibilità di attivare in modo certificato l’intestazione delle quote. Questa possibilità è, infatti, resa possibile da Intermonte Sim, una delle principali banche di investimento indipendenti italiane. Gli investitori potranno quindi intestare a Intermonte le quote acquistate con un mandato fiduciario: questo eviterà la necessità di un atto notarile nel caso di cessione delle quote. Di fatto, grazie allo status di Confidi e alla partnership con Intermonte, tutti i processi sono gestiti internamente e non è necessario aprire un conto bancario: per investire è sufficiente disporre un bonifico, anche online, dalla propria banca.

I progetto su EquityStartup
Sono tre, al momento, le startup selezionate e accreditate sulla piattaforma. Indigenio: nell’ottica sharing economy questo progetto è un vero e proprio agente personale di viaggio. E’ in grado di consigliare viaggi con una combinazione ottimale tra personalizzazione e prezzo. Forever Bambù: nell’ambito della green economy questo progetto intente produrre 20 tonnellate di germogli l’anno e 10mila canne ogni due ettari coltivati per un totale previsto, a fine 2016, di 20 ettari di proprietà interamente coltivati a bambù. Trapezita: si tratta di una piattaforma di consulenza finanziaria pop up trading: non colloca prodotti finanziari e non esegue transazioni, ma offre consigli e metodologie d’investimento grazie alla possibilità di seguire l’operatività di consulenti finanziari e analisti esperti e certificati.