20 settembre 2019
Aggiornato 11:30
fintech

Start Up, Satispay unica italiana a partecipare a Money2020

La startup a Copenaghen presenterà il proprio sistema di mobile payment. Ad oggi i download dell'applicazione nel nostro Paese hanno raggiunto quota 60.000, con un trend di crescita del 28% mese su mese

ROMA - Satispay, giovane azienda italiana che si prefigge di riscrivere le regole del settore dei pagamenti elettronici, si conferma una delle realtà più interessanti del panorama fintech: sarà infatti l'unica startup italiana invitata a presentare il proprio sistema di mobile payment a Money2020 Europe, che si svolgerà a Copenhagen dal 4 al 7 aprile.

Cos’è Money2020 Europe
Con oltre 3.000 partecipanti, tra cui oltre 1.000 Ceo provenienti da aziende di tutto il mondo (75 Paesi), Money2020 è l'appuntamento di riferimento internazionale sull'evoluzione dell'ecosistema di pagamenti e servizi finanziari, e che raccoglie le più interessanti esperienze e visioni di aziende nel segmento fintech. In quest'ottica si inserisce l'invito a Satispay che, avendo messo a punto un modello completamente nuovo e indipendente, sta contribuendo a rivoluzionare lo scenario del mobile payment con un servizio altamente innovativo e conveniente, unico a consentire tramite una semplice app sia lo scambio gratuito di denaro tra privati che il pagamento nei negozi fisici e online, con importanti benefici in termini di tempo e costi.

Il servizio di Satispay
Satispay è infatti un servizio sempre gratuito per i privati, e agli esercenti non richiede alcun canone né commissione per transazioni inferiori ai 10 euro, mentre sopra questa soglia richiede una commissione fissa di 20 centesimi. Si tratta di un’app made in Italy che consente di inviare denaro da uno smartphone all’altro. Gli utenti iscritti alla piattaforma possono, infatti, scambiarsi denaro tramite un circuito alternativo di carte di credito. Possono trasferire e ricevere fondi da un contatto in Italia e in Europa o pagare in un negozio abilitato con un bonifico che avviene in tempo reale. Basta inserire i dati personali e l’Iban della propria banca, superare il processo di verifica, e con la facilità di uno scambio su WhatsApp, si può saldare il conto in tempo reale. La società - spiega una nota -, al momento attiva solo in Italia, sta registrando tassi di sottoscrizione a doppia cifra tra piccoli esercenti e privati, e siglando parallelamente nuovi accordi quadro con brand commerciali strategici per lo sviluppo del business. Ad oggi i download dell'applicazione nel nostro Paese hanno raggiunto quota 60.000, con un trend di crescita del 28% mese su mese, e sono quasi 3.000 gli esercizi commerciali che hanno adottato Satispay come sistema di pagamento.