27 settembre 2020
Aggiornato 22:00
partnership con day-Guppo up

LastMinuteSottoCasa si prepara all'Europa con i buoni pasto Day

L'accordo con la società, leader sul mercato italiano dei buoni pasto, permetterà di incrementare le tonnellate di cibo salvate grazie a LMSC e di allargarne il raggio d'azione oltre i confini nazionali

TORINO - LastMinuteSottoCasa, piattaforma che permette ai negozianti di vendere ai cittadini del proprio quartiere i prodotti alimentari invenduti a fine giornata a prezzo scontato, salvando così tonnellate di cibo dalla spazzatura, annuncia la partnership con Day – Gruppo Up. Grazie all'accordo con l'azienda leader nel mercato italiano dei buoni pasto, la startup nata presso l'Incubatore I3P del Politecnico di Torino potrà allargare il suo servizio ai 500.000 utilizzatori giornalieri dei ticket Day, con la possibilità di arrivare ai 26 milioni di clienti del gruppo Up presenti in 18 Paesi. La partnership è stata presentata oggi presso il Comune di Torino, alla presenza del Sindaco Piero Fassino, dell'Assessore all'Innovazione e Presidente della Fondazione Torino SmartCity Enzo Lavolta, del Presidente e Amministratore Delegato di Day – Gruppo Up Marc Buisson, del Direttore scientifico di LifeGate Simone Molteni, del presidente di I3P Marco Cantamessa, e naturalmente del cofondatore di LastMinuteSottoCasa Francesco Ardito.

Come funziona LMSC
LastMinuteSottoCasa è un'app e piattaforma web che permette ai negozianti di mettere in vendita, a prezzo fortemente scontato, il cibo che si avvicina alla data di scadenza, e a chi abita nei pressi del negozio di acquistare prodotti alimentari ancora freschi a costi vantaggiosi. Il servizio, diffuso in tutta Italia, permette ai cittadini di risparmiare sugli acquisti, ai negozianti di aumentare i profitti e soprattutto di evitare lo spreco di cibo, e ad oggi conta 50.000 utenti iscritti e un migliaio di attività commerciali affiliate. LastMinuteSottoCasa è un'idea di Francesco Ardito e Massimo Ivul ed è stata lanciata un anno fa partendo dall'Incubatore I3P. Il forte legame con la città, dimostrato dal costante supporto delle istituzioni locali, è stato alla base del suo successo. «Grazie all'accordo con una realtà così importante saremo in grado, a partire dal mese prossimo, di aumentare significativamente il nostro tasso di crescita - ha dichiarato il cofondatore di LastMinuteSottoCasa Francesco Ardito -. Nei mesi di aprile maggio giugno aumenteremo la presenza su Torino, Milano, Bologna, Roma predisponendo già le basi per uno sbarco internazionale che, grazie alla presenza di UP in 18 nazioni, ci possa portare a replicare il progetto in Spagna, Portogallo, Francia e altri Paesi a seguire. Solo a livello italiano DAY può contare su relazioni forti con circa 100.000 negozi food e su 500.000 utenti. Il partner ideale per poter proporre a sempre più negozi e cittadini la nostra idea di progetto».

L’evoluzione digitale dei piccoli servizi
«L’innovazione sta proprio nel tipo di utilizzo che viene fatto della tecnologia - ha sottolineato Enzo Lavolta, Assessore all’Ambiente, all’Innovazione e Smart City della Città di Torino e Presidente della Fondazione Torino Smart City -. Una innovazione che consente, da un lato un’evoluzione digitale dei piccoli esercizi commerciali di prossimità che altrimenti rimarrebbero schiacciati dalla forza di promozione sul web della grande distribuzione organizzata e permette, dall’altro, di far tornare nel negozio il consumatore, sempre più abituato all’acquisto online. Anche, evidentemente, con un effetto indiretto sull’ambiente grazie alla riduzione degli spostamenti in auto». Un’idea, quella di LastMinuteSottoCasa che è piaciuta molto e non solo a Torino. «Da tempo cercavamo una risposta ad un’esigenza evidenziata dai pubblici esercizi affiliati a Day per il servizio buoni pasto, quella del problema della gestione delle scorte di magazzino - ha spiegato Marc Buisson, Presidente e Amministratore Delegato di DAY Gruppo UP -. Come società che offre servizi alle imprese e alle persone, avevamo pensato inizialmente di sviluppare una risposta interna a questa domanda di mercato, ma poi abbiamo incontrato una start up innovativa come LMSC e abbiamo trovato la giusta sinergia di intenti. Mettiamo a disposizione della piattaforma i nostri 110.000 esercizi affiliati, che attraverso la App potranno offrire i loro prodotti invenduti ad ogni cliente, compresi i 500.000 utilizzatori quotidiani dei buoni pasti Day. Aiuteremo Last Minute Sotto Casa a raggiungere tutto il territorio italiano, ma forti della nostra appartenenza ad una grande multinazionale come UP coltiviamo ambizioni europee».