25 febbraio 2020
Aggiornato 14:00
Nuova frontiera

Apple, iPhone e iPad si caricheranno senza fili

Attualmente i sistemi wireless sono a induzione e necessitano quindi del contatto con la base di ricarica e sono meno efficienti della classica spina. La nuova tecnologia di Cupertino consentirebbe di superare la perdita di potenza di ricarica causata dalla distanza

NEW YORK - Quante volte vi è capitato di ritrovarvi fuori casa con il vostro iPhone completamente scarico? Cercate furiosamente l’alimentatore nella borsa o sul cruscotto dell’auto, ma nulla. L’avete dimenticato e siete completamente disconnessi dal mondo esterno, non potete neppure fare una chiamata. Niente paura, Apple sta pensando anche a questo. Secondo le ultime indiscrezioni Cupertino sarebbe impegnata su una nuova tecnologia per la ricarica a distanza, dunque senza fili, di iPhone e iPad.

Ricarica senza fili per iPhone e iPad
Apple, per contrastare la frenata delle vendite riscontrata nell’ultimo trimestre, starebbe lavorando con partner americani e asiatici per mettere a punto un nuovo sistema wireless che consenta di ricaricare le batterie di iPhone e iPad anche a distanza. Attualmente i sistemi wireless sono a induzione e necessitano quindi del contatto con la base di ricarica e sono meno efficienti della classica spina. La nuova tecnologia di Cupertino consentirebbe di superare la perdita di potenza di ricarica causata dalla distanza, rendendo inutile l’appoggio dello smartphone o del tablet su una base ad hoc. La nuova tecnologia potrebbe essere disponibile già nel 2017 e quindi vi rimarrebbe escluso il nuovo iPhone 7, in via di presentazione finale il prossimo autunno

Visori per la realtà virtuale
Secondo alcune indiscrezioni che arrivano dal Financial Times, l’azienda della Mela starebbe anche per entrare nel mercato dei visori per la realtà virtuale, in diretta competizione con Facebook, Microsoft e Samsung. Un «numeroso team di esperti» starebbe lavorando su prototipi device che un giorno potranno rivaleggiare coi visori dei concorrenti, come Oculus Rift e Hololens di Microsoft e Oculus Vr di Samsung.