17 luglio 2019
Aggiornato 02:30
Editoria

Amazon dichiara guerra ad Hachette

Il gigante di Seattle, stando alla casa editrice, avrebbe deliberatamente causato dei ritardi nelle consegne dei libri di Hachette, non consentendo allo stesso tempo ai clienti della piattaforma di e-commerce di effettuare dei pre-ordini sui titoli in uscita dell'editore.

NEW YORK - Dopo una lunga battaglia sotterranea, è guerra a viso aperto tra Amazon e Hachette Book Group in vista del rinnovo del contratto per la vendita da parte del colosso del commercio elettronico degli e-book del gruppo editoriale controllato dalla francese Lagardere.

L'ACCUSA - Il gigante di Seattle, stando alla casa editrice, avrebbe deliberatamente causato dei ritardi nelle consegne dei libri di Hachette, non consentendo allo stesso tempo ai clienti della piattaforma di e-commerce di effettuare dei pre-ordini sui titoli in uscita dell'editore. E' il caso per esempio di The Silkworm (in italiano, «Il baco da seta») di J.K. Rowling, che verrà pubblicato a giugno sotto lo pseudonimo di Robert Galbraith. Una mossa questa che rischia di danneggiare enormemente Hachette in quanto i pre-ordini influenzano le vendite e costituiscono uno strumento essenziale per dare ai libri in uscita la possibilità di essere inseriti nella lista dei best-sellers.