19 novembre 2019
Aggiornato 22:00
Australia

«Vie legali» contro il cargo cinese su barriera corallina

La nave ha riversato in mare tre tonnellate di carburante

SYDNEY - L'Australia ha deciso di procedere per via legali contro la nave cargo cinese che si è arenata nei pressi della Grande Barriera corallina, patrimonio mondiale protetto, uno dei luoghi più eccezionali e preziosi al mondo per la sua biodiversità marina.

ITINERARIO ILLEGALE - Il ministro dei Trasporti australiano, Anthony Albanese, dopo aver sorvolato in aereo la zona dell'incidente, ha dichiarato che «è assolutamente certo che l'imbarcazione avesse imboccato un itinerario 'illegale'». «Procederemo per via legale contro i responsabili», ha aggiunto il ministro.
Il cargo cinese, Shen Neng 1, che trasportava carbone, ha urtato il 3 aprile scorso un banco di sabbia nei pressi della Grande Barriera, provocando la rottura di un serbatoio che ha riversato in mare tre tonnellate di carburante.