15 novembre 2019
Aggiornato 17:00
Rischio di disastro ecologico in Australia

Si arena nave cinese, a rischio barriera corallina

La Sheng Neng I trasporta 65mila tonnellate di carbone ed ha 950 tonnellate di petrolio. Potrebbe spezzarsi in due

CANBERRA - Una nave cinese che trasporta carbone perde petrolio nella regione della Grande barriera corallina in Australia e rischia di spezzarsi in due dopo essersi arenata, provocando gravi danni all'ambiente a livello di inquinamento. Sono state le autorità australiane a lanciare l'allarme.

RISCHIO ROTTURA - Lo Shen Neng 1 si è arenata ieri a tarda ora su una secca 70 chilometri a est dell'isola Great Keppel, al largo della costa del Queensland (Australia), dopo essere andata alla deriva ed essere distante una quindicina di chilometri dalla rotta marittima. La nave è «irrimediabilmente danneggiata», ha dichiarato Patrick Quirk, il direttore generale della sicurezza marittima del Queensland, ente locale incaricato della sicurezza marittima, aggiungendo che la nave rischia di «spezzarsi in molti pezzi».
Malgrado la situazione si stabilizzi di ora in ora, «siamo ancora molto preoccupati a riguardo», ha ammesso. L'incidente è avvenuto nella zona sud del parco marino della Grande barriera corallina e le autorità indagano per sapere perché la nave è andata così alla deriva: lo ha dichiarato il capo del governo locale del Queensland, Anna Bligh. Secondo Maritime Safety Queensland, piccole chiazze di petrolio sono state osservate in acqua vicino alla nave.
La Grande barriera corallina, inclusa tra i siti patrimonio mondiale dell'umanità dell'Unesco, si estende per oltre 345mila chilometri quadrati al largo della costa del nordest dell'Australia.