16 dicembre 2019
Aggiornato 04:00
Un ordigno artigianale

Esplosione nella metro a San Pietroburgo, la foto del presunto responsabile

Potrebbe essere quest'uomo, la cui foto è stata diffusa su Twitter dai media russi, l'attentatore della metro. Il sospetto, dai tratti e dall'abbigliamento mediorentali, sarebbe entrato in una delle stazioni nella metro circa 20 minuti prima

SAN PIETROBURGO - Potrebbe essere quest'uomo, la cui foto è stata diffusa su twitter dai media russi, l'attentatore della metropolitana di San Pietroburgo in Russia. Il sospetto, dai tratti e dall'abbigliamento mediorentali, sarebbe entrato in una delle stazioni nella metro circa 20 minuti prima dell'esplosione su un treno della linea blu. Disinnescato un secondo ordigno, due persone sarebbero ricercate.

Un ordigno artigianale
L'attacco, messo a segno nel primo pomeriggio del 3 aprile 2017 con un ordigno artigianale lasciato sul convoglio, secondo il bilancio ufficiale, ha causato la morte di 11 persone, tra cui alcuni bambini, e decine di feriti, alcuni in condizioni gravi.

LEGGI ANCHE Attentato nella metro di San Pietroburgo, la ricostruzione di ciò che sappiamo

Putin parla di attacco terroristico
"Scappavano tutti in preda al panico - dice questo ragazzo - siamo saliti su per le scale e quando siamo usciti all'esterno ci hanno detto che la stazione era stata chiusa». L'Ufficio del procuratore russo ha definito l'esplosione un "attacco terroristico" e lo stesso Vladimir Putin, ha parlato di terrorismo anche se non si tralascia nessuna ipotesi possibile e nessuna organizzazione terroristica ha finora rivendicato l'accaduto.

Le reazioni dei politici dal mondo
Cordoglio è stato espresso al popolo russo da tutto il mondo. Il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, commentando l'accaduto, ha scritto su Twitter: "Sgomento per l'attentato nella Metro. Solidarietà alle famiglie delle vittime. Italia vicina a Governo e popolo russo». "L'Italia si stringe ai familiari di coloro che hanno perso la vita e ai feriti, dei quali ci auguriamo un pronto ristabilimento", ha scritto invece il Capo dello Stato, Sergio Mattarella in un messaggio inviato a Putin. "In attesa di incontrarla a Mosca - ha concluso il Presidente della Repubblica - colgo l'occasione per rinnovarle le più sentite condoglianze ed espressioni di sincera amicizia per il suo Paese".