Politica americana

L'insediamento del nuovo Congresso dell'era Trump

Gli eletti alla Camera e al Senato, entrambi a maggioranza repubblicana, hanno giurato ed espletato le prime incombenze, come l'elezione degli speaker con la riconferma di Paul Ryan al Senato e Nancy Pelosi alla Camera

WASHINGTON - A Washington si è riunito per la prima volta il nuovo congresso degli Stati Uniti, il 115esimo, eletto l'8 novembre scorso. Gli eletti alla Camera e al Senato, entrambi a maggioranza repubblicana, hanno giurato ed espletato le prime incombenze, come l'elezione degli speaker con la riconferma di Paul Ryan al Senato e Nancy Pelosi alla Camera.

La composizione del Congresso riflette le diverse Americhe che rappresenta: gli uomini bianchi sono l'87% dei repubblicani, percentuale che scende al 41 fra i democratici. In Senato c'è un numero record di donne, fra cui per la prima volta anche una latinoamericana. L'età media dei 435 deputati è di 57,8 anni, quella dei 100 senatori 61,8 anni. Fra le priorità del nuovo congresso ci sono la modifica dell'Obamacare, la riforma sanitaria cardine dell'amministrazione del presidente uscente, la riforma tributaria e l'elezione di un nuovo giudice della Corte suprema.