29 giugno 2017
Aggiornato 16:01
Terrorismo islamico

Attentato a Baghdad nel giorno della visita di Hollande: 32 morti

A 48 ore dall'attacco a Istanbul, lo Stato Islamico ha rivendicato un altro attentato con decine di vittime in Iraq. Un'autobomba esplosa nel quartiere a maggioranza sciita di Sadr city ha ucciso almeno 32 persone e ne ha ferite 60

BAGHDAD - A 48 ore dall'attacco a Istanbul, lo Stato Islamico ha rivendicato un altro attentato con decine di vittime a Baghdad. Un'autobomba esplosa nel quartiere a maggioranza sciita di Sadr city ha ucciso almeno 32 persone e ne ha ferite 60. Per la maggior parte si trattava di uomini disoccupati che si erano riuniti in quella piazza in attesa di un lavoro a giornata. Nelle stesse ore il presidente francese Francois Hollande era in visita in una base militare vicino Baghdad dove ha parlato proprio di terrorismo rivolgendosi ai militari francesi impegnati in Iraq nell'ambito della coalizione internazionale. "Voglio augurare a tutti buon anno, un anno che sarà un anno di vittorie qui in Iraq contro il terrorismo. Agire contro il terrorismo qui significa prevenirlo sul nostro territorio", ha detto. Solo due giorni fa Baghdad era stata teatro di un'altra strage, in un quartiere del centro, costata la vita a 27 persone. Sullo sfondo dei continui attacchi alla popolazione civile c'è la fondamentale battaglia in corso a Mosul, in cui l'esercito iracheno è impegnato da mesi per strappare l'importante regione agli estremisti dell'Isis.