29 gennaio 2020
Aggiornato 08:30
Cancelliera ricorda Fabrizia; il ministro: continuiamo a vigilare

Morte Amri, Merkel e De Maiziere ringraziano l'Italia e i poliziotti

La cancelliera tedesca Angela Merkel ha ringraziato l'Italia per il "grande successo" ottenuto con l'individuazione e l'uccisione del ricercato Anis Amri

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2016/12/20161223_video_17304472.mp4

ROMA - La cancelliera tedesca Angela Merkel ha ringraziato l'Italia per il «grande successo» ottenuto con l'individuazione e l'uccisione del ricercato Anis Amri, ritenuto il responsabile della strage di Berlino. «Possiamo dirci sollevati alla fine di questa settimana, con la fine di un pericolo elevato. Comunque sia, in generale, il pericolo del terrorismo va avanti da diversi anni. Lo sappiamo tutti».

Cordoglio dalla Merkel per la vittima italiana
In una conferenza stampa a poche ore dai fatti di Sesto San Giovanni, Merkel tira un sospiro di sollievo ed esprime «cordoglio e vicinanza alle vittime», ricordando anche «la giovane italiana» morta nell'attacco a Breitschadplatz, Fabrizia Di Lorenzo.

De Maiziere ringrazia la polizia italiana
Il ministro dell'Interno Thomas de Maiziere ha a sua volta ringraziato la polizia italiana: «Ringrazio in particolare i due poliziotti che, come mi ha confermato il mio collega italiano, hanno svolto un lavoro eccellente e sono stati particolarmente coraggiosi - ha dichiarato - Nonostante il successo di questa cattura, la minaccia terroristica in Germania resta immutata. Resta alta l'allerta e le forze di sicurezza continueranno a vigilare».