16 ottobre 2019
Aggiornato 01:30
Presidenziali USA 2020

Joe Biden si è candidato alle primarie Democratiche

L’ex vice presidente degli Stati Uniti Joe Biden si è ufficialmente candidato alle primarie Democratiche per le elezioni presidenziali del 2020: è la terza volta che ci prova

Video Euronews

WASHINGTON - L'ex vicepresidente Usa Joe Biden ha posto fine a mesi di incertezze annunciando che correrà per la candidatura del partito democratico alle presidenziali del 2020. In un video Biden ha sostenuto che «i valori fondanti della nazione... la nostra stessa democrazia, tutto ciò che ha fatto l'America America, sono in gioco». Il 76enne ex vice di Barack Obama scende in un campo piuttosto affollato: sono 19 al momento coloro che hanno annunciato la partecipazione alle primarie democratiche, compresi i senatori Elizabeth Warren, Kamala Harris e Bernie Sanders.

Nel suo annuncio Biden ha ricordato le criticate parole dei presidente Usa Donald Trump che c'erano «ottime persone in entrambi gli schieramenti» nei disordini per una manifestazione di suprematisti bianchi a Charlottesville nel 2017. «Con quelle parole il presidente ha stabilito un'equivalenza morale tra chi diffonde l'odio e chi ha il coraggio di opporvisi» ha detto Biden. «Credo che la storia guarderà ai quattro anni di questo presidente e a tutto quello che abbraccia come un momento aberrante. Ma se diamo a Donald Trump otto anni alla Casa Bianca egli alterererà per sempre e in modo fondamentale il carattere di questa nazione, chi siamo, e non posso restare a guardare».

Biden è il più esperto tra i candidati democratici. Senatore per sei mandati, ha già tentato due volte senza successo la scalata alla Casa Bianca, nel 1998 e e nel 2008, per poi assumere per due mandati il ruolo di vice di Obama. Dopo l'annuncio un portavoce di Obama ha detto che scegliere Biden come vice «è stata una delle decisioni migliori mai prese» e che i due «hanno un legame speciale», ma non ha dato un vero e proprio endorsement.

Nel 2016 Biden era tra i favoriti del partito democratico per sfidare Donald Trump, ma si è chiamato fuori dalla gara dopo la morte del figlio Beau a 46 anni per un tumore al cervello. E' molto popolare tra i democratici ed è in testa nei sondaggi nazionali sulle primarie. Biden scommette anche sul suo appeal presso gli elettori democratici del Midwest, dove di recente nelle aree depresse molti hanno abbandonato i dem in favore di Trump.

La campagna dell'ex vicepresidente è inciampata in un incidente ancora prima di cominciare, quando Biden è stato costretto ad affrontare le accuse di aver invaso in modo inappropriato il loro spazio personale di alcune donne. Ha chiesto scusa dicendo «i confine delle protezione dello spazio personale vanno ridisegnati. Lo capisco e starò molto più attento».

Trump ha reagito alla candidatura di Biden con un tweet: «benvenuto in gara Sleepy Joe (Joe addormentato). Spero solo che abbia l'intelligenza, rimasta a lungo in dubbio, di fare una campagna di successo per le primarie. Sarà brutto, dovrai fare i conti con gente che ha idee malate e demenziali. Ma se ce la farai, ci vediamo ai nastri di partenza!»