27 febbraio 2020
Aggiornato 19:00
Armi

Usa, Trump apre a maggiori controlli per l'acquisto di armi

Trump ha espresso il suo sostegno per uno sforzo bipartisan per migliorare il sistema nazionale di controlli sui precedenti di chi intende acquistare un'arma

NEW YORK - Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha espresso il suo sostegno per uno sforzo bipartisan per migliorare il sistema nazionale di controlli sui precedenti di chi intende acquistare un'arma, sulla scia dell'ultima sparatoria in una scuola in Florida. «Mentre sono in corso discussioni e sono valutate revisioni, il presidente è favorevole alle iniziative per migliorare il sistema di controlli federali sui precedenti», ha detto Sarah Sanders, portavoce della Casa Bianca, in un comunicato. Il presidente ha parlato venerdì con il senatore (repubblicano John) Cornyn in merito al disegno di legge bipartisan che lui e il senatore (democratico) Chris Murphy hanno presentato per migliorare la legislazione federale sul controllo dei precedenti penali, ha proseguito la portavoce.

L'ultima strage
Nikolas Cruz, ex allievo del liceo Marjory Stoneman Douglas di Parkland, a nord di Miami (Florida), ha aperto mercoledì il fuoco con un fucile semiautomatico nei corridoi dell'istituto, provocando almeno diciassette morti, in maggior parte studenti. Diciannove anni, era stato regolarmente autorizzato ad acquistare l'arma malgrado alcune segnalazioni per comportamento violento. 

Il disegno di legge
Un disegno di legge presentato dai due senatori, ma ideato da un gruppo di parlamentari repubblicani e democratici è stato presentato a novembre - si leggeva in un comunicato dell'epoca - «per garantire che le autorità federali e locali applichino la legislazione esistente e segnalino correttamente i casi giudiziari pertinenti al Nics». Il Nics (Sistema di Controllo Nazionale Istantaneo dei Precedenti Penali) è il database pubblico che permette a qualsiasi cittadino del mondo di collegarsi sia al sistema stesso che ad altri per avere una incredibile mole di informazioni su vita privata e precedenti di qualsiasi persona residente negli Stati Uniti. Chi vende armi deve obbligatoriamente consultarlo prima di effettuare una vendita, per capire chi si trova davanti e se ha effettivamente i requisiti per portare questo acquisto a termine. Nel suo intervento in tv di giovedì, Trump non ha mai pronunciato «arma da fuoco» in nessun momento, mettendo però l'accento sulla necessità di individuare le persone che soffrono di disturbi psichici.

(fonte AFP)