23 giugno 2017
Aggiornato 13:30
Il tycoon si prepara anche a smantellare leggi sull'ambiente

Usa, Trump vuole 1 mld di dollari per i primi 99 Km del muro

L'amministrazione Trump vuole un miliardo di dollari per finanziare i primi 99,77 chilometri di muro, quello da costruire lungo il confine tra Usa e Messico

Il presidente Usa Donald Trump.
Il presidente Usa Donald Trump. (EPA/Andrew Harrer / POOL)

NEW YORK - L'amministrazione Trump vuole un miliardo di dollari per finanziare i primi 99,77 chilometri di muro, quello da costruire lungo il confine tra Usa e Messico. La cifra include le spese per la sostituzione di barriere separatorie già esistenti. E' quanto riferisce la Cnn, che ha ottenuto documenti del dipartimento per la Sicurezza nazionale: quest'ultimo sembra per altro più propenso a preferire staccionate a un muro vero e proprio perché le prime consentono di vedere cosa accade dall'altra parte del confine Usa.

Pretese contenute
Nonostante un «bellissimo» muro sia stato al centro della campagna presidenziale di Trump, per il momento le pretese dalla Casa Bianca sembrano contenute vista la richiesta da un miliardo di dollari per il 2017 e di 2,6 miliardi di dollari per il 2018. Le stime per la realizzazione di un muro lungo tutto il confine meridionale degli Stati Uniti spaziano dai 12 ai 20 miliardi di dollari.

Più controlli
Dal documento emerge anche l'intenzione di Trump di aumentare i controlli al confine. In esso l'amministrazione sostiene che le misure anti-immigrazione illegale già adottate stanno funzionando: secondo la Cnn, viene citato un rialzo del 50% degli arresti e dell'80% delle richieste per tenere in carcere persone arrestate e soggette all'espulsione.

Via le leggi sull'ambiente di Obama
Ma tre le priorità di Trump non c'è solo il muro: il Presidente si prepara a fare il primo passo per smantellare le politiche ambientali di Barack Obama. Domani il tycoon andrà alla Environmental Protection Agency (Epa), l'agenzia federale che si occupa di ambiente, e firmerà l'Energy Independence Executive Order, che eliminerà alcune regole restrittive nei confronti del petrolio, del gas e del carbone. Lo scrive Afp che cita fonti interne alla Casa Bianca.

Cosa farà
La decisione di Trump andrà a limitare i poteri del Clean Power Plan, l'insieme di leggi che limitano le emissioni in Usa. Secondo la Casa Bianca, le nuove misure di Trump manterranno i costi dell'energia bassi e allo stesso tempo daranno la possibilità agli Stati Uniti di crescere e creare nuovi posto di lavoro.

Negazionista
Il presidente americano ha più volte negati i cambiamenti climatici e il ruolo dell'uomo all'interno del surriscaldamento della Terra. Allo stesso tempo è pronto a tagliare i fondi all'Epa di un terzo e ha messo alla sua guida Scott Pruitt, uomo molto vicino alle lobby del petrolio e del carbone.

Il ruolo degli Usa
Gli Stati Uniti sono il secondo maggiore paese produttore di anidride carbonica, dopo la Cina. Circa il 37% delle emissioni arrivano dalla produzione di energia e il taglio delle emissioni degli impianti a carbone è uno dei punti centrali degli impegni presi a Parigi lo scorso dicembre. Nel 2008 c'erano 88.000 miniere di carbone negli Stati Uniti. Oggi sono scese del 25%.