17 luglio 2019
Aggiornato 00:30
Si presenterà come 'l'uomo dei fatti'

Usa, attesissimo il discorso di Trump al Congresso

Si presenterà come 'l'uomo dei fatti', Donald J. Trump, in occasione del suo attesissimo discorso al Congresso Usa

NEW YORK - L'uomo dei fatti contro i politici di sole chiacchiere. Così cercherà ancora una volta di presentarsi Donald Trump, durante il suo primo discorso al Congresso in seduta comune da presidente degli Stati Uniti, in programma questa sera (mercoledì mattina in Italia). «Una per una, stiamo mantenendo le promesse fatte al popolo statunitense [...] e non ci fermeremo finché non avremo finito il lavoro» ha detto Trump alla Conservative Political Action Conference, la conferenza politica organizzata dagli attivisti conservatori statunitensi una volta all'anno, venerdì scorso.

Un discorso atteso dagli elettori
Dopo un primo mese caotico, segnato da un tasso di approvazione così basso da non avere precedenti nella storia recente degli Stati Uniti per un presidente appena entrato in carica, il discorso al Congresso gli darà la possibilità di riallacciare il rapporto con gli elettori e, soprattutto, di rassicurare i deputati e i senatori repubblicani, che non avevano una maggioranza così ampia a Capitol Hill dal biennio 1929-1931 e che non vogliono sprecare questa grande opportunità per governare.

L'eredità di Obama e il futuro
«Da dove veniamo e dove andremo». Di questo parlerà Trump, secondo quanto riferito dal portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer. Si può immaginare che ripeterà di aver ereditato «un casino» e che elencherà i suoi risultati, come fatto nella conferenza stampa di dieci giorni fa, prendendosi il merito per l'ottimo andamento a Wall Street e per la decisione di aziende come Carrier e Intel di mantenere o creare nuovi posti di lavoro negli Stati Uniti.

Chi ha scritto il discorso
Il discorso di Trump, come quello inaugurale, è stato scritto da Stephen Miller, l'uomo che, insieme a Steve Bannon, avrebbe architettato il piano d'azione del presidente e scritto gli ordini esecutivi da lui firmati. Sarà, però, diverso nei toni: nel discorso del 20 gennaio, Trump ha presentato un visione oscura del declino americano; questa volta, secondo i consiglieri sentiti dalla Npr, il suo messaggio sarà solare e ottimistico, puntando sulle nuove opportunità che creerà questa amministrazione.

Riforma fiscale e sanitaria
Secondo varie fonti, Trump dovrebbe parlare della sua riforma fiscale e sanitaria, puntando sull'abolizione dell'Obamacare e rassicurando sul fatto che non ci saranno tagli al Medicare, il programma di assistenza sanitaria per gli anziani e anche per gli under 65, in caso per esempio di disabilità. Non ci saranno, però, dettagli sui suoi piani.

La risposta dei democratici
Cosa faranno i democratici? Secondo Npr, porteranno al Congresso degli ospiti che incarnino la protesta contro le idee e gli ordini esecutivi di Trump, ovvero rifugiati musulmani, immigrati latinoamericani e parenti di persone uccise con armi da fuoco. Inoltre, risponderanno con due discorsi ufficiali: uno sarà pronunciato da Astrid Silva, attivista per i diritti degli immigrati, in spagnolo; l'altro, dall'ex governatore del Kentucky, Steve Beshear.