18 gennaio 2020
Aggiornato 04:00
Lo ha dichiarato responsabile MI6, Younger

Terrorismo, Londra lancia l'allarme: minaccia di attentati «senza precedenti»

Per il responsabile dei servizi segreti britannici, Alex Younger, le attività delle milizie jihadiste dello Stato Islamico e la guerra in Siria costituiscono per la Gran Bretagna un rischio di attentati senza precedenti

Militari presidiano la sicurezza di una città europea.
Militari presidiano la sicurezza di una città europea. Shutterstock

LONDRA - Le attività delle milizie jihadiste dello Stato Islamico (Isis) e la guerra in Siria costituiscono per la Gran Bretagna un rischio di attentati «senza precedenti»: lo ha dichiarato il responsabile dei servizi segreti britannici, Alex Younger. «Il livello di minaccia è senza precedenti: dal giugno del 2013 i servizi segreti e i servizi di sicurezza hanno sventato 12 piani terroristici nel Regno Unito» ha spiegato il responsabile dell'MI6: «Anche in questo momento la struttura per la pianificazione degli attacchi all'estero dell'Isis, pur di fronte a una minaccia militare, elabora dei piani per commettere degli attentati contro la Gran Bretagna e i nostri alleati senza dover lasciare il territorio siriano».

Minaccia senza precedenti
«Non potremo considerarci al sicuro delle minacce da quel territorio finché durerà la guerra civile", ha sottolineato Younger: "Non possiamo alzare il ponte levatoio, dobbiamo portare la guerra al nemico, infiltrare a monte le organizzazioni terroristiche, essere il più vicini possibili alla fonte».

Dopo Trump e la Brexit
Infine, Younger ha commentato i possibili cambiamenti nelle relazioni fra Gran Bretagna e Stati Uniti che potrebbero seguire alla Brexit e alla vittoria elettorale di Donald Trump: «Mi aspetto la continuità, sono rapporti che durano da molto tempo e i legami personali sono molto forti».