18 agosto 2019
Aggiornato 01:30
Ministero chiave per il capo di stato socialista

Francia, l'ascesa lampo di Myriam El Khomri, nuovo ministro lavoro

Il presidente francese François Hollande ha giocato il suo jolly annunciando oggi la nomina di Myriam El Khomri alla guida del ministero del Lavoro

PARIGI (askanews) - Il presidente francese François Hollande ha giocato il suo jolly annunciando oggi la nomina di Myriam El Khomri alla guida del ministero del Lavoro, un dicastero chiave per il capo di stato socialista, che ha condizionato la sua candidatura alla presidenziali 2017 a un calo della disoccupazione. Madre bretone e padre marocchiano, El Khomri, occupava finora una posizione di secondo piano in seno all'esecutivo francese, nominata sottosegretario agli agglomerati urbani nell'agosto 2014.«Contate sulla mia combattività e sulla mia tenacia», ha twittato Myriam El Khomri, 37 anni, subito dopo la sua nomina.

Rinnovamento
In testa alle preoccupazioni dei francesi, la disoccupazione resta il tallone d'Achille della presidenza socialista: il numero dei disoccupati continua ad attestarsi su livelli record, attorno ai 3,5 milioni di persone. Il neo-ministro «incarna la gioventù, una nuova generazione, il rinnovamento», si commenta nell'entourage di Hollande a proposito di questa giovanissima politica, di sangue misto, eletta in un quartiere popolare di Parigi, che «conosce perfettamente le politiche dell'occupazione sul campo». In questi ultimi giorni erano circolati diversi nomi di pesi massimi per la poltrona del Lavoro (che era del dimissionario Francois Rebsamen), fra cui quello dell'attuale ministro dell'Economia, Emmanuel Macron.