23 gennaio 2020
Aggiornato 00:30
Al Qaeda attacca posto di frontiera

Tunisia ancora nel mirino del terrorismo

Un agente della dogana tunisina è stato ucciso ieri sera a Bouchebka, vicino alla frontiera con l'Algeria, in un attacco rivendicato da un gruppo legato ad Al Qaida

TUNISI (askanews) - Un agente della dogana tunisina è stato ucciso ieri sera a Bouchebka, vicino alla frontiera con l'Algeria, in un attacco rivendicato da un gruppo legato ad Al Qaida. Altri tre agenti sono rimasti feriti, due dei quali in modo grave, ha dichiarato il ministro delle Finanze, Slim Chaker.

Imboscata
Il gruppo qaedista Okba Ibn Nafaa, autore di diversi attentati contro le forze armate tunisine, ha riventicato l'assalto su un sito jihadista, affermando di aver teso un'imboscata ai doganieri. Secondo Tunisi questo gruppo è responsabile anche dell'attentato contro il musel del Bardo di Tunisi, il 18 marzo, nel quale venenro uccisi 21 turisti, fra questi anche degli italiani. Anche se riventicato dallo Stato islamico, Tunisi crede che si sia verificata una scissione nella falange Okba Ibn Nafaa, con un gruppo che si è unito all'Isis.