19 ottobre 2019
Aggiornato 15:00
La portata del taglio dipenderà da crescita 2016

Francia, Hollande promette: l'anno prossimo tagliamo le tasse

Francois Hollande rompe gli indugi: il governo socialista francese darà il via a un nuovo alleggerimento fiscale il prossimo anno, la cui portata dipenderà dalla crescita

PARIGI (askanews) - Francois Hollande rompe gli indugi: il governo socialista francese darà il via a un nuovo alleggerimento fiscale il prossimo anno, la cui portata dipenderà dalla crescita.

Se la crescita aumenterà
In un'intervista ieri ad alcuni quotidiani regionali il capo di stato francese aveva detto che «se la crescita aumenterà ancora nel 2016», si sarebbe proceduto a un taglio delle tasse. Ma oggi, nel corso di una visita nell'Isere e in Savoia, Hollande si è lasciato andare, strizzando l'occhio alle presidenziali 2017: la riduzione delle tasse - riporta Le Parisien - «ci sarà in ogni caso, qualsiasi cosa accada nel 2016» e «per fissarne la portata, bisognerà attendere le previsioni di crescita».

9 milioni di contribuenti alleggeriti
Come anticipato la settimana scorsa dal premier Manuel Valls, Hollande ha assicurato che i risultati dei due primi trimestri del 2015 permetteranno di puntare a una crescita dell'1% almeno quest'anno: «E' di più che negli anni scorsi anche se ancora non sufficiente per lottare contro la disoccupazione», ha detto il capo di stato, consapevole che quello dell'occupazione sarà un tema centrale nella corsa all'Eliseo. Secondo il presidente il taglio delle tasse (il primo era stato deciso dal governo nel 2014) per l'anno 2015 riguarderà almeno 9 milioni di contribuenti. Obiettivo di questa politica, ha ricordato, è quello di rafforzare il potere d'acquisto dei francesi e i consumi.